Incontro con l’autore del libro/inchiesta “Ponte di Genova”degli studenti di Pozzallo

0
406

“Al di là della verità giudiziaria, la verità vera, di oggi, ma anche di domani, è quella della morte di 43 persone innocenti. Eroi senza medaglia. Come milioni di altri italiani che si alzano la mattina per andare a lavorare, mantenere la famiglia, pensando ad un futuro sereno fatto di cose semplici e straordinarie, avendo come unico obiettivo il raggiungimento di traguardi umani possibili, ancorati al dono più bello che è quello della vita”.
“Questo il messaggio tratto dal mio libro – dice Michele Giardina, autore di “Ponte di Genova” (2019) – che, con l’editore Armando Siciliano, intendiamo trasmettere e divulgare nel corso di numerosi eventi e incontri programmati in giro per l’Italia. Intanto stiamo curando con particolare attenzione un format importante che ci consente di venire in contatto con il mondo della scuola per raccontare, con il supporto di video, letture e note musicali, la tragedia del crollo del ponte Morandi di Genova, denunciare omissioni e responsabilità, invocare giustizia per le 43 vittime innocenti e le loro famiglie, mettere in croce i governi andati, quelli di oggi e quelli di domani, perché tragedie come quella del 14 agosto 2018 non abbiano mai più a verificarsi.
Colgo l’occasione – conclude il giornalista pozzallese – per ringraziare l’amministrazione comunale di Pozzallo, il sindaco Roberto Ammatuna, l’assessore alla Cultura Giuseppe Privitera ed il Consiglio comunale, per avere aderito al progetto Comune-Scuola che presenteremo nei locali dello Spazio Cultura “Meno Assenza” giovedì 11 aprile, alle 10”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

tre × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.