No alla liberalizzazione indiscriminata delle licenze di somministrazione, la Confcommercio di Chiaramonte Gulfi chiede all’Amministrazione di ritirare il provvedimento

0
223

La Confcommercio di Chiaramonte Gulfi, dopo avere sentito i pareri dei pubblici esercizi presenti sul territorio comunale, esprime la propria contrarietà al provvedimento di liberalizzazione indiscriminata delle licenze di somministrazione di alimenti e bevande voluto dalla Giunta municipale e approvato dal Consiglio comunale. “Per la approvazione di tale provvedimento – dice il presidente Confcommercio Chiaramonte Gulfi, Danilo Scollo – è stata utilizzata una procedura anomala che non ha coinvolto le associazioni di categoria direttamente interessate. Una concessione indiscriminata delle licenze di somministrazione di alimenti e bevande causerà la diminuzione dei redditi e guadagni di tutte le attività esistenti, tra l’altro in un mercato già saturo, con la conseguente chiusura di molte attività. La legge riguardante le licenze consente di stabilire a livello comunale dei criteri ben precisi per la concessione, in base a statistiche demografiche e a flussi turistici, alle diverse zone della città ed alle attività già presenti”.
“In città – prosegue Scollo – ci sono già un numero sufficiente di pubblici esercizi capaci di soddisfare le richieste di mercato, che, a causa della crisi e della recessione, ha subito una forte restrizione della domanda. Tale provvedimento potrebbe causare solo ulteriori danni ed incidere pesantemente sulla qualità dei servizi offerti, portando al fallimento molte attività già al limite della sopravvivenza economica. Chiediamo all’amministrazione comunale di annullare questa decisione e di istituire un tavolo di confronto con i commercianti in modo da trovare una soluzione a beneficio degli operatori del settore e di tutto il territorio montano”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

15 − sette =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.