Due arresti e una denuncia a piede libero tra Comiso e Scoglitti

0
721

Ieri, a seguito di un mirato servizio disposto dalla Compagnia Carabinieri di Vittoria finalizzato alla ricerca sostanze stupefacenti nel territorio di Comiso, i militari della locale stazione hanno tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione illecita di sostanze stupefacenti e porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere, Manka Abdoulie, 29 anni, e Diallo Mamadou Sire, 28enne, entrambi pregiudicati e di origini, rispettivamente, gambiana e guineana.
In particolare, una pattuglia dei Carabinieri, giunta in Piazza Matrice, insospettita dall’atteggiamento dei due extracomunitari, ha sottoposto quest’ultimi ad una perquisizione personale rinvenendo, abilmente occultati sulla loro persona, 11 grammi circa di hashish, suddivisi in più dosi confezionate singolarmente; 50 grammi circa di marijuana; un taglierino e un coltello a serramanico di genere vietato.
Gli arrestati, dopo le formalità di rito, sono stati ristretti presso le proprie abitazioni in regime degli arresti domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Ragusa.

A Scoglitti, i militari della locale stazione, al termine di approfonditi accertamenti, hanno deferito in stato di libertà per il reato di incendio doloso, un tunisino di 59 anni, residente a Vittoria, che è stato sorpreso mentre appiccava il fuoco ad un cumulo di rifiuti abbandonati misto a sterpaglie in un terreno incolto e non recintato. L’immediato intervento svolto dai Carabinieri congiuntamente a personale dei Vigili del Fuoco di Vittoria ha consentito di domare le fiamme, scongiurando un incendio più esteso, e di sequestrare una tanica di benzina utilizzata dal tunisino per dare fuoco illegalmente al materiale accatastato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

sedici + quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.