L’iniziativa dei cronos iblei per Manuel Bortuzzo.

0
188

Parte dai cronometristi dell’Asd “Hyblea” di Ragusa l’iniziativa “Anch’io con Manuel”, il giovane nuotatore rimasto paralizzato dopo essere stato ferito a Roma da un colpo di pistola. Una “M” dipinta sull’avambraccio se la sono dipinti i cronos di Ragusa, l’associazione “dei signori del tempo” più a Sud d’Italia, per esprimere solidarietà a Manul Bortuzzo di appena 19 anni, dopo che ha diffuso un audio dal reparto di terapia intensiva dall’ospedale romano di San Camillo dove è ricoverato e che dice di non temere per la propria salute perché ritornerà più forte di prima e noi tutti ce lo auguriamo.

I cronometristi che, fra i numerosi impegni sportivi che ogni anno li coinvolgono, conoscono bene i sacrifici che accompagnano la vita di un nuotatore come di ogni altro atleta, adesso Manuel ha una gara da vincere la più importante di tutti. Nella disgrazia tutti gli sportivi appartenenti a qualsiasi federazione si sono ritrovati uniti, come in una grande famiglia per difendere il dono della vita. “Bisogna che ognuno si impegni secondo le proprie possibilità a dire no a ogni forma di violenza – afferma il presidente dell’Asd “Hyblea” di Ragusa, Raffaele Tumino, che nei mesi scorsi ha perso il proprio figlio per una malattia incurabile – perché la vita è sacra e nessun altro uomo ha il diritto di segnare il destino di una persona”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

due × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.