Modica. All’Assemblea del gruppo Occupiamoci di… si parla di come uscire dalla disoccupazione

0
381

E’ stato un autentico bagno di partecipanti, l’Assemblea che si è svolta mercoledì 6 febbraio presso il salone della chiesa di San Luca a Modica, organizzata dal gruppo di volontari Occupiamoci di…

Ad aprire il lungo pomeriggio è stato il formatore Filippo Corvo, che ha commentato i dati forniti dalle ultime statistiche di Eurostat in cui metà dei giovani siciliani di età compresa tra i 25 e i 34 anni non lavorano né studiano né tantomeno sono inseriti in un percorso formativo, inoltre la Sicilia ha la più bassa percentuale di occupati tra i 20 e i 64 anni (44%) rispetto alla media europea (72,1%).

Il dottor Emilio Tasca di Vittoria, componente della commissione “Tecnologia ed organizzazione dello studio” presso l’ordine dei dottori commercialisti iblei, ha relazionato sui pregi e sugli attuali difetti della fattura elettronica, nella speranza che possano essere al più presto eliminati.

Elisa Gulino, presidente della Cooperativa sociale Rinart di Ragusa, ha parlato della sua esperienza a Milano, in cui da architetto, nonostante avesse uno stipendio e un posto fisso, abbia deciso di ritornare nella sua terra natia dove ha costituito una cooperativa mettendo al centro le persone svantaggiate per il reinserimento nel mondo del lavoro.

Natascia Pisana, coordinatrice regionale dell’associazione “Io sono OSS”, ha parlato ai presenti di come la formazione sia alla base del lavoro e di come bisogna essere perseveranti nella ricerca del lavoro senza arrendersi alle prime difficoltà.

Giovanni Filippo Antoci, dirigente del Centro per l’Impiego di Modica, è intervenuto parlando della realtà siciliana e di come essa sia diversa da quella delle altre regioni italiane dove la disoccupazione è meno incisiva e di come la formazione debba mirare sempre alle esigenze territoriali.

L’intervento del consulente del lavoro, Giovanni Poidomani, ha riguardato gli incentivi sull’occupazione, che l’attuale Governo ha riconfermato anche per il 2019 quali: occupazione per il mezzogiorno, occupazione Neet e il nuovo incentivo occupazionale denominato Bonus giovani eccellenze.
Il dibattito in sala si è acceso in quanto i diversi disoccupati presenti hanno messo in evidenza che spesso nelle assunzioni si fanno discriminazioni per genere e per età nonostante ci siano incentivi sull’occupazione.

Anna Fidelio di Avola, responsabile dell’ispettorato di Pozzallo di Alleanza Assicurazioni Spa, ha parlato del suo percorso lavorativo, dopo essersi laureata in legge, infatti ha voluto scommettersi in un settore completamente diverso e nuovo per lei e oggi si è affermata nel ramo finanziario, per questo ha invitato i presenti a mettersi in gioco.

Georgina Ramos e Valentina Di Benedetto del gruppo immobiliare Re/Max Prima classe, hanno raccontato loro esperienza lavorativa e come negli ultimi tempi le persone si siano fidati più del mattone che di altre forme di investimento.

Carmelo Santaera, assicuratore previdenziale del gruppo Vitanuova, ha parlato di alcune figure professionali che sono destinate, tra qualche anno, a scomparire per essere sostituite da altre più vicine alle esigenze delle persone, per questo la formazione risulta di fondamentale importanza.

Giorgio Agosta presidente onorario dell’associazione Salvuccio Agosta ha parlato del nuovo progetto denominato Gruppo d’acquisto solidale che nei prossimi mesi coinvolgerà diversi professionisti al servizio dei meno abbienti.

La psicologa, Melina Carrubba, ha relazionato sulla motivazione, su come non bisogna scoraggiarsi, su come acquisire più fiducia in se stessi per poter prendere delle decisioni, poiché decidere per se stessi è fondamentale se non si vuole che gli altri decidano per noi e fare i loro interessi.

Gianluca Melilli, ideatore della rubrica radiofonica “due minuti un libro”, ha raccontato ai presenti come la sua attività lavorativa sia stata frutto di creatività e di tenacia e se all’inizio c’era molto scetticismo oggi poco più di 130 emittenti locali, sparsi su tutto il territorio italiano, trasmettono informazioni sulle nuove uscite in libreria riscuotendo diversi consensi.

Alla fine del lungo pomeriggio, i ragazzi del gruppo Occupiamoci di… hanno fatto i complimenti alla loro collega, Marzia Modica che da alcuni mesi ha trovato lavoro grazie alla sua tenacia e alla formazione e poi hanno dato appuntamento ai disoccupati a mercoledì per i “Tavoli di lavoro”.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

sette − quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.