Ausiliario della Polizia municipale di Vittoria salva un’anziana donna da un incendio

0
663

A Scoglitti, l’ausiliario del traffico Rosario Puglisi, in servizio al Comando della Polizia municipale, ha salvato dalle fiamme un’anziana donna, nella cui abitazione si era sviluppato un incendio.
Puglisi stava percorrendo Via Messina per recarsi all’Istituto comprensivo Sciascia, dove espleta il servizio “Scuola sicura” e ha notato del fumo che fuoriusciva da un’abitazione. L’uomo ha subito chiamato il Comando della Polizia municipale, che a sua volta ha allertato il 115. Nel frattempo, sul posto sono arrivati alcuni familiari dell’anziana che vive nell’abitazione: assieme ad uno di loro, Puglisi è entrato in casa e ha messo in salvo la donna, che indossava una vestaglia in pile che era stata attinta dal fuoco. Il dipendente della Polizia municipale non ha esitato a spegnere con le mani le fiamme che avvolgevano l’indumento e poi, aiutato dal parente dell’anziana, ha portato in salvo la signora. Nel frattempo, è arrivata una squadra dei vigili del fuoco, che si è messa al lavoro per domare le fiamme, che pare siano state provocate da un corto circuito e che avrebbero potuto provocare una tragedia, se si considera che in casa vi erano due bombole di gas. Durante le operazioni di soccorso, Puglisi ha riportato ustioni di primo e secondo grado ad una mano, mentre la signora ha riportato ustioni di secondo grado ad una spalla. Entrambi sono stati medicati al Pte di Scoglitti. Sul posto è giunto personale della Polizia municipale, con l’ufficiale di turno, che ha seguito la vicenda.
“Rivolgo il mio plauso a Rosario Puglisi – ha dichiarato il Prefetto Dispenza, subito informato dell’accaduto – che con il suo nobile gesto ha dimostrato coraggio, senso del dovere e altissimo senso civico. L’episodio di stamattina dimostra che gli uomini della Polizia municipale non vanno considerati solo come coloro che sanzionano, ma anche come tutori dell’incolumità dei cittadini. Proporremo il nominativo di Puglisi alla Prefettura di Ragusa per un riconoscimento”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

cinque × 1 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.