Conviviale natalizia per i dirigenti e i responsabili di settore del Csen di Ragusa

Celebrati i successi sportivi del 2018. E pianificato il lavoro del prossimo anno. Questo il senso dell’appuntamento promosso martedì scorso, in un noto locale di Ragusa, dal comitato provinciale Csen che, sotto la guida del presidente Sergio Cassisi, ha riunito i propri dirigenti e i responsabili di settore allo scopo di verificare quanto di buono è stato fatto e, soprattutto, cercare di comprendere che cos’altro si potrà fare per migliorare sempre di più il rendimento di un ente di promozione sportiva che può contare, in provincia di Ragusa, sull’adesione di oltre centocinquanta società, risultando di gran lunga il più apprezzato. «Il 2018 – afferma Cassisi – è stato un anno molto complesso perché parecchie cose sono cambiate per quanto riguarda gli adempimenti che le Asd e le Ssd sono state chiamate ad espletare. Questo significa che come ente abbiamo dovuto farci trovare pronti per evitare che potessero insorgere problematiche di vario genere. E devo dire che, nonostante le difficoltà varie, le risposte non sono mancate. E’ naturale che il 2019 dovrà vederci ancora una volta protagonisti. E in questa direzione ci stiamo muovendo». Tra l’altro, si sta studiando un sistema di tesseramento che consentirà di ridurre i tempi della filiera, facendo sì che le risposte alle varie società possano essere garantite in tempi ancora più rapidi. E poi nelle varie discipline si stanno studiando percorsi specifici che consentiranno di infoltire i calendari della programmazione.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI