Stringenti limitazioni ai pass rosa, il capogruppo del Pd Ragusa: “In disaccordo con scelte della giunta municipale”

“La Giunta comunale di Ragusa ha deciso di adottare delle stringenti limitazioni ai pass rosa. Una scelta infelice che sta creando parecchi malumori e che, non a caso, ha dato il via a una petizione da parte di mamme e papà ragusani completamente in disaccordo con le nuove previsioni del regolamento. Vorrei precisare, però, al contrario di quanto è stato sostenuto da qualcuno, che questo atto non è mai transitato in Consiglio comunale e che ogni decisione presa in proposito riguarda solo ed esclusivamente la Giunta Cassì”. Ad affermarlo è Mario Chiavola, capogruppo del Pd in seno al civico consesso di Ragusa, secondo cui è opportuno che sulla vicenda possano essere accesi i riflettori visto che, numerose, finora, sono state le lamentele e le contestazioni riguardanti le limitazioni previste. “La petizione – sottolinea Chiavola – contiene, per intero, quelle che sono le richieste inoltrate alla Giunta municipale affinché si possa concretizzare un sostanziale ritorno al passato. Riteniamo che non si debba far finta di nulla e che occorra dare delle risposte specifiche a una delle fasce più deboli della nostra popolazione cittadina. Infatti, in questo modo le mamme e i genitori rischiano di essere fortemente limitati nell’utilizzo degli stalli di sosta a pagamento quando, invece, era stato conquistato, negli ultimi anni, un diritto che puntava a mettere in rilievo le peculiarità di chi si trova a dovere fronteggiare situazioni delicate”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI