Calcio. Il tecnico del Ragusa calcio commenta il largo successo sullo Sporting Eubea

0
453

“Alla fine ha vinto la squadra che ci ha creduto di più. Ma è stata una partita difficile come le altre. Perché, come abbiamo potuto riscontare, il campionato è molto livellato, soprattutto nelle zone di vertice, e gli esami non finiscono mai”. Lo dice l’allenatore dell’Asd Ragusa Calcio 1949, Filippo Raciti, a 24 ore dal successo ottenuto dagli azzurri in casa contro lo Sporting Eubea. Tre a zero il risultato finale totalizzato dai padroni di casa ai danni degli ospiti. “Ma non inganni il risultato – aggiunge Raciti – loro sono un’ottima squadra, molto organizzata mentre noi venivamo fuori da una settimana molto particolare in cui, per tutta una serie di circostanze, non ci eravamo potuti allenare al meglio. E nei primi minuti si è visto che qualcosa non andava. Gli avversari sembrava avessero preso il sopravvento. Quando, però, abbiamo alzato il ritmo, il match è stato sostanzialmente più equilibrato e, con Furnò, siamo stati bravi a sbloccare il risultato nel primo tempo. Abbiamo anche avuto qualche altra occasione che, però, non siamo riusciti a concretizzare nella maniera dovuta. Quindi, nella ripresa, sembrava che l’espulsione di Floro Valencia dovesse tagliarci le gambe. Ma proprio in quel momento i ragazzi hanno gettato il cuore oltre l’ostacolo e abbiamo avuto l’opportunità di fare in modo che potessero essere propiziati due calci di rigore trasformati in maniera perfetta dal nostro capitano Filicetti. Dunque, un risultato molto soddisfacente con cui abbiamo fatto contenti i nostri tifosi e i nostri ultras che ringraziamo sempre per il loro straordinario sostegno”. L’Asd Ragusa Calcio non ha tempo per tirare il fiato perché già domenica prossima ci sarà un’altra partita che si può definire uno scontro al vertice, stavolta in trasferta, con il Real Siracusa Belvedere. In classifica, il Ragusa conduce con 16 punti lo schieramento, subito seguito dal Caltagirone a quota 15 e poi Real Siracusa ed Enna con 13 punti. Un inizio di campionato, insomma, all’insegna dell’equilibrio.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

4 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.