Lo studente modicano Saro Gennaro vince il pass gratuito Interrail

0
994

C’è lo studente modicano Saro Gennaro tra i 15 mila vincitori(a fronte di 100 mila domande)di “Interrail gratis: noi, sul treno per l’Europa”, attraverso il quale l’Unione Europea regala un biglietto del treno per scoprire l’Europa a 15mila diciottenni, nell’ambito dell’iniziativa DiscoverEU, pensata per costruire l’identità sovranazionale e conoscere la ricchezza culturale del Vecchio Continente». Il pass, del valore compreso tra 250 e 500 euro, consentirà di viaggiare a costo zero per un mese, quest’estate, sui treni di tutta Europa: 28 Stati, 35 reti ferroviarie, 170mila chilometri in totale. In autunno è prevista una seconda edizione, con altri 10mila biglietti gratuiti.
Saro Gennaro è studente del Liceo Scientifico “Galilei-Campailla”, esame di Maturità «in corso». Aveva già la lista pronta: Londra , Edimburgo e, infine, Lisbona. “Non ho ancora avuto l’opportunità di viaggiare al di fuori dell’Italia – racconta – però non c’è angolo della Sicilia che non senta mio, grazie ai miei genitori che mi han fatto conoscere i luoghi e le tradizioni di questa terra. Certo, mi sono sempre sentito un po’ limitato dal fatto che partire da qui è complicato e costoso». Sogna di trasferirsi al Nord, per l’università, ma non ha ancora deciso a quale facoltà si iscriverà: «Mi piacerebbe studiare critica cinematografica, però temo di non trovare lavoro. Quindi opterò per Chimica o Economia». «In parallelo, durante gli studi, vorrei viaggiare. E anche dopo, mi piacerebbe un lavoro che mi facesse conoscere tutto il mondo». Intanto lo aspetta l’orale della maturità: «Spero di convincere la commissione con la tesina». Come argomento ha scelto una delle sue serie tv preferite: «La casa di carta», «in cui ci sono riferimenti alla resistenza partigiana», racconta. Dopo gli esami, un periodo di riposo nella sua Sicilia, e a metà agosto la partenza per l’Europa: «Spero che il viaggio serva anche a fare nuove amicizie: i miei compagni non sono stati selezionati». In valigia lascerà «molto spazio vuoto». «Amo portarmi dietro delle cose dai posti che ho visto», dice. «E per quelle che non potrò portare, ci sarà la mia macchina fotografica, per poterle condividere e ricordare».

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome