Ragusa, Extra Volume: Il volontariato che parla con i libri Aiad e Anima…mente insieme presentano: “Lettere a mia figlia”

Due Associazioni di Volontariato: Aiad e Anima…mente di Ragusa daranno il loro contributo nella manifestazione “A tutto volume” – Sezione Extra Volume, presentando il libro: “Lettere a mia figlia” – Editore Pulcinella – sabato 16 giugno 2018gusa, ore 17.00 – saletta dell’hotel Montreal.
Sarà presente l’autore e regista del film breve, che verrà proiettato, Giuseppe Alessio Nuzzo.
L’evento è stato organizzato dalla libreria “Flaccavento”.
L’Alzheimer è una patologia devastante non solo per chi ne soffre ma anche per i familiari. E’ la forma più comune di demenza degenerativa progressivamente invalidante.
Il libro e il film breve racchiudono il dolore di un uomo che si rende conto che la sua vita è cambiata da quando ha capito che sta perdendo la memoria. Un racconto che “aiuta a capire meglio al cittadino comune come l’attraversamento del dolore e della perdizione che affligge tante, troppe persone che di colpo perdono la memoria, del loro sentirsi vuoti”.
La vita delle persone è fatta di ricordi, desideri, emozioni e sogni. Si vive la condizione umana, sulla terra, come se questa non dovesse finire mai, ma succede che il percorso può essere interrotto ancora prima che arrivi alla fine. Si può essere privati della “vita” quando la mente viene colpita dall’Alzheimer. Non sai più chi sei. Solo buchi neri che a poco, a poco si impadroniscono della tua mente.
In questo film breve e nel libro che lo accompagna Giuseppe Nuzzo ha voluto, con un doppio linguaggio: quello delle immagini e della scrittura, far capire, far riflettere sulla condizione di chi vive la malattia, non solo della persona che ne soffre, ma anche degli affetti che ruotano attorno a chi perde lentamente tutto.
Nuzzo scrive “una persona senza memoria è una persona che non ha più nulla da raccontare” ma è proprio dal capovolgimento di questo assunto che nasce il suo lavoro. L’autore si concentrare sulla persona “malata”. Un padre che cerca di spiegare, attraverso una lunga e interminabile lettera, la sua malattia alla propria figlia;. Protagonista della propria storia narrata dal vissuto della sua condizione. Un approccio che restituisce dignità a tutte quelle persone che combattono questa devastante battaglia.
L’Alzheimer è una sindrome neuro-degenerativa, dagli effetti devastanti, che causa, tra i tanti sintomi a essa connessi, la perdita di memoria. A questa malattia non è ancora stata trovata una cura risolutiva e, come ci racconta il giovane regista affligge seicentomila persone in Italia e venticinque milioni in tutti il mondo. A causa dell’invecchiamento del nostro Paese si avrà un aumento dei casi del 50% nei prossimi venti anni e un raddoppio dei casi entro il 2050. Si stima che l’aspettativa di vita di un paziente con demenza sia in media dimezzata rispetto all’aspettativa di un coetaneo sano. Inoltre, sono circa 3 milioni le persone direttamente o indirettamente coinvolte nell’assistenza ai loro cari con demenza. I soli costi annuali diretti per ciascun paziente vengono, in diversi studi europei, stimati in cifre variabili da 9000 a 16000 Euro a seconda dello stadio di malattia. Stime sui costi socio-sanitari delle demenze in Italia ipotizzano cifre complessive pari a circa 10-12 miliardi di euro annui, e di questi 6 miliardi per la sola malattia di Alzheimer.

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI