Slowbook Sicilia: presentata alla giunta la guida che parla di Scicli e dei tesori del Sud Est. Il ruolo di due sciclitani

Si è tenuta presso la stanza del sindaco, la presentazione e la consegna di alcune copie della guida Slowbook Sicilia, edita dall’Associazione Belle e Buone Arti di Treviso. Alla guida che promuove il turismo enogastronomico siciliano, hanno lavorato due sciclitani: Angela Galota, che ha curato la redazione grafica dell’intero progetto e Bartolo Lorefice, giornalista, che ha scritto l’articolo riguardante Scicli. Presente l’iniziatore del progetto, Tiziano Virginio Toffolo, veneto e siciliano d’adozione, noto anche come estensore della carta deontologica dei giornalisti (conosciuta come la Carta di Treviso). A fare gli onori di casa il sindaco e la giunta al completo.
“Una preziosa occasione per il marketing territoriale della nostra città – ha dichiarato il vice-sindaco e assessore alla cultura Riccotti – della quale essere orgogliosi per il contributo di Angela e Bartolo”. Durante l’incontro Toffolo ha evidenziato che la guida, giunta al suo decimo anno di pubblicazione e rivolta al target qualificato dei “wine lovers” (attenti al turismo che sa andare oltre le convenzioni di massa per diventare esperienziale), è stata presentata al Vinitaly di Verona e sarà distribuita presso aeroporti e fiere internazionali del turismo.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI