Modica. La “sbandata” del candidato Poidomani sulla Fiat 500… Riceviamo e pubblichiamo

24
10146

Come coordinamento di Modica del Club Italia Fiat 500, il club che con 21 mila soci è il più grande monomarca d’Italia, esprimiamo il nostro rammarico per le parole pronunciate domenica sera dal palco di Piazza Matteotti dal candidato Sindaco Salvatore Poidomani. Non è nostro costume intervenire sulla vita pubblica della Città ma quando ci sentiamo tirati in ballo in un comizio elettorale non possiamo tacere oltre. Il candidato Poidomani, nel paragonare il livello culturale di Noto e altre città del comprensorio con quello di Modica ha voluto sottolineare la distanza tra le prime, dove si organizzano mostre di artisti internazionali, e la seconda dove, testuali parole, “ci dobbiamo sorbire ancora una volta per il quinto anno le solite 500”, lasciando intendere come le nostre amate cinquine rappresentino il peggio che la cultura possa esprimere. A Noto la vera cultura, a Modica quello che si merita, ovvero quattro ferrivecchi che fanno rumore e niente più. Questo il senso delle Sue affermazioni. Tralasciando il fatto che non siamo al quinto anno ma al sesto dei nostri raduni, tralasciando il fatto che c’erano presenti ben 200 equipaggi e che 60 di loro provenivano da Malta, tralasciando l’indotto turistico ed economico che tale manifestazione ha per Modica, tralasciando l’immane lavoro che sta dietro ad una organizzazione di un evento di tale portata, vorremmo informare l’avvocato Poidomani (qualora non lo sapesse) che la 500 è entrata di diritto lo scorso anno al MoMa di New York tra opere d’arte dal valore inestimabile, proprio come quelle che Lei cita per sminuire tutto ciò che noi rappresentiamo con orgoglio. Le Sue parole ci hanno ferito perché offensive per la dignità di centinaia di soci modicani che spesso danno fondo a tutte le loro risorse e tempo libero per coltivare la propria passione. Una passione che probabilmente Lei non capisce perché non ce l’ha, magari ce l’ha per le opere di Picasso o Warhol ma ammirare i capolavori di questi grandi artisti non vuol dire disprezzare ciò che per gli altri rappresenta tanto, ciò che in tutto il Mondo è un’icona di stile universalmente riconosciuta.

Angelo Fiore – Referente del Coordinamento di Modica Fiat 500 Club Italia

24 Commenti

  1. Poidomani vada a fare il Sindaco a Noto e la smetta di offendere Modica ed i Modicani…..La sua campagna elettorale è piena di critiche ma povera di programmi concreti per la città!!

  2. Mi associo al pensiero dell’avvocato Poidomani. A Modica le uniche manifestazioni “culturali” che conosciamo sono la sfilata delle 500 e i balli latino-americano. Ma da quest’anno grande novità, Miss contea!! Vergogna

  3. Percepisco una certa rabbia nel candidato Poidomani verso la nostra Modica. Probabilmente è consapevole di non essere eletto sindaco e quindi….contro tutto e contro tutti. Ivana Castello ma dove sei? Potevi essere tu
    la candidata a sindaco, magari con maggiori possibilità.

  4. Io invece, oltre ad associarmi alle legittime e giuste considerazioni dell’Avv. Poidomani, sottolineo la scarsezza di interesse per questa manifestazione da parte di un pubblico che si rispetti, ma soprattutto la maleducazione di parte di alcuni partecipanti che si sono sentiti autorizzati a fare del corso Umberto una loro terra di conquista, mettendo anche in pericolo la sicurezza di alcuni bambini! L’educazione e la serietà non fa parte del credo di alcuni di questo signori!

  5. Mi piacerebbe sapere chi ha impedito all’avv. Poidomani di organizzare incontri culturali degni di quelli di Noto, dato che le associazioni locali non sono capaci. Che si dia da fare lui (che, a suo tempo, non seppe spendere neanche una parola in difesa del Tribunale di Modica) e ci mostri come si fa.

  6. Qualche anno fa la sfilata delle 500 (se pur nella e apprezzata dato che si tratta di un’auto d’epoca) venivano elargiti contributi preso dal capitolo destinati allo sport. Ora non so quanto c’era o c’è di sportivo.
    Oggi si passa ad evento culturale. probabilmente legato al fatto che si da la possibilità al turisti di fare un giro della città in 500.
    Resta il fatto comunque che Modica non si puo accontentare solo di questo seppur valido.

  7. Sig. poidomani puoi fare tutti i comizi che vuoi, tanto il sindaco di modica e’ e sara’ soltanto uno…..IGNAZIO ABBATE……..grazie signor sindaco x tutte le cose che fai x noi cittadini…….Ignazio Abbate uno di noi………

  8. Criticate l’avv. Poidomani e vi aggnuttiti tutte i minciati e le bugie dette ieri sera dal palco di piazza matteotti dal Sindaco nonchè “GNAZIU” colui che ha portato in cinque anni al disastro economico la nostra bella Modica e tutti gli imprenditori che osano sfidarlo o sofferenti al suo carattere. tant’è che sono sempre i soliti 5/6 che lavorano e percepiscono i soldi mentre per altri che non vanno a mettersi sotto la sua protezione e/o mannaia. sono sconfitti in partenza e non percepiscono un euro rischiando anche il fallimento. La verità è altra, ci facciamo prendere in giro da GNAZIU che vende fumo, molto bravo in questo il sindaco uscente. Mentre il povero avvocato pur gridando ai 4 venti la verità diventa una vittima è sarà sconfitto dal tenace sparviero Gnaziu ri fricintini.

  9. @ ninos , la battagliera Ivana Castello ? Come tutto il PD non pervenuta in questa campagna elettorale .

  10. Panem et circenses. Dall’antica Roma e fino ad oggi. Questo vuole la gente! Intelligente, o quanto meno opportunista, chi lo ha capito.
    Compagnetti di sinistra, quando è che vi svegliate?
    Amareggiatissimo.
    Nello Scollo Abeti

  11. Tutti offesi da questo Avv.Poidomani, che infanga che dice falsità e chi più ne ha, più ne metta. Non voglio assurgere al ruolo di difensore dell’avvocato Poidomani che peraltro si sa ben difendere da se, ma bisogna leggere oltre il significato letterale delle parole ed evitare facili strumentalizzazioni caro Sig.Angelo Fiore.L’invito di Poidomani è rivolto alle coscienze sopite di noi cittadini di Modica, ovvero di quella comunità storicamente interessata a coltivare e a ricercare l’interesse per la bellezza, per la cultura nel suo significato più ampio. L’invito di Poidomani è quello di andare anche “oltre” le manifestazioni del club 500; e a tal proposito, mi spiace constatare che anche l’illustre storico Prof.Barone abbia dimenticato i fasti della nostra città per allinearsi all’appiattimento. La decadenza e le brutture della città cui fa riferimento Poidomani nei suoi interventi è soprattutto quella delle nostre coscienze cari modicani. Interroghiamoci un attimo; la politica è servizio per la comunità, è tesa al bene COMUNE. Se procediamo e continuiamo ad alimentare un sistema clientelare, teso a soddisfare l’interesse del singolo (l’assunzione del figlio, un incarico fiduciario per il nipote, un appalto fiduciario per la propria azienda, ecc.) e di sparuti gruppi, fuori dalla logica della sana competizione concorrenziale, fuori dagli equilibri, creiamo un mostro che calpesterà i diritti dei tanti e che si ripercuoterà contro tutti noi; dobbiamo pensare e impegnarci per creare vere occasioni di sviluppo, vere opportunità; non accontentiamoci concittadini Modicani; votate pure Ignazio ma chiedetegli sin da ora cosa farà quando verrà pronunciato il dissesto, perchè purtroppo tra pochi mesi arriverà e saranno dolori. Le aliquote raggiungeranno il massimo livello, gli imprenditori dovranno rinunciare a parte dei loro crediti e dovranno aspettare chissà quanti anni per essere ripagati. Infine invito il candidato Poidomani a presentare una nuova proposta programmatica: instituire la scuola Ignaziana……quella dei padri Gesuiti! Almeno puntiamo su una seria istruzione per formare i cittadini del futuro!

  12. Non ho parole …domenica c’erano migliaia di persone a Modica ….
    Grande Sindaco Abate

  13. Iu a lu postu ri l’organizzazioni, invece ri fari affisu, pigghiassi in considerazioni o critichi.
    All’avvocatu (Avvocato), tutti così si puonnu diritto, ma no ca avi chiù picca cirbieddu ra magnizza di chiddi ca lu criticanu.
    Amparati, fati tesoru di li so paroli, picchi se dici chistu, significa ca cocca cosa nu funziona

  14. Non voterei Poidomani nemmeno sotto tortura ma con ste 500 basta basta basta e basta!

  15. chiedete a chi vive in centro storico se è stato contento di essere agli arresti domiciliari per tutta la giornata… l’Amministrazione ci mette tutti i mezzi per fare abbandonare il centro storico…

  16. Robin domenica mattina sicuramente eri a new York, perché il corso era deserto a parte i proprietari delle 500

  17. Ammettendo che la lingua italiana si presta a varie interpretazioni, ritengo cosa completamente diversa strumentalizzare a proprio piacimento le parole altrui; quanto detto dall’Avv. Poidomani domenica sera in Piazza Matteotti ha un significato ben diverso da quanto scritto e firmato dal Sig. Fiore. Manifestazioni come quelle di Noto sono assolutamente compatibili con quella che domenica ha visto presenti a Modica tanti appassionati possessori di Fiat 500; la proposta, è quella di pensare ad un programma di manifestazioni culturali che nella nostra città possa attirare e coinvolgere varie tipologie di visitatori, dagli amanti delle auto ai cultori della nostra enogastronomia,da chi può essere attratto da una esposizione di quadri al mondo dell’antiquariato ecc. Tra l’altro si parla di sesto raduno, quindi probabilmente anche prima dell’avvento dell’amministrazione Abate le gloriose 500 avevano avuto la giusta ribalta sul palcoscenico modicano

  18. Condivido totalmente la disamina della Signora Rosy, ma non mi illudo che da qui a qualche giorno la maggior parte dei nostri concittadini possa rinsavire. Questi sono i tempi (comunque, è un difetto atavico della nostra città) del populismo galoppante e dei venditori di fumo che furbescamente hanno percepito l’occasione e cavalcato l’onda. Purtroppo, per costoro il risveglio sarà drammatico. L’attore Antonio Albanese ha rappresentato egregiamente il prototipo del politico rampante, senza scrupoli e, nello stesso tempo, sciagurato per sé e per i suoi sostenitori: Cetto Laqualunque. L’epilogo è scontato…

  19. Sull’importanza culturale delle 500 avrei da ridire. Avrei anche da ridire su significato storico di queste macchinine, ma penso che Poidomani si riferisse a ben altro. Tutto si può dire, ma non che l’evento sia culturale. Questa affermazione non ha nulla a che vedere con lo snobismo di sinistra. Nè, con la solita pecca dei candidati concorrenti a sindaco che usano denigrare l’avversario e mai dire nulla di costruttivo.
    La verità è che queste carriole hanno rotto le scatole. Sono rumorose, fastidiose e si presentano ad ogni appuntamento con le loro coloratissime e sfiancanti sfilate. Penso sia più un piacere per loro che per chi li guarda o li “sente”. La cultura é ben altra cosa e non assistere a sfilate di persone con fazzoletti colorati al collo che sorridenti sfidano i quasi 40 gradi di una mattinata estiva. Sì, ci stiamo incafonendo e non poco. E le masse di gente, non significano assolutamente che l’evento abbia avuto successo, forse c’era un pò troppa carne al fuoco.
    Per concludere…sì, la deliziosa cinquina sarà finita a New York, ma immobile e spenta. Da noi, immobile e spenta, invece, é la capacità di organizzare eventi che non finiscano solo a tarallucci e vino, ma che abbiano anche dei contenuti e lascino qualcosa. Non solo le orecchie che fischiano.

  20. Concentrare tante iniziative in un solo giorno , guarda caso ultima domenica prima delle elezioni , senza che avessero un filo logico che ne giustificasse la contemporaneità, in meno di 300 mq , ha trasformato il salotto buono della città in un gran caravanserraglio . Complimenti a chi ha avuto questa brillante idea e può dire che la CULTURA e il TURISMO a Modica sono rinati .P.S scommetto che da domenica si torna alla normalità.

  21. Robin rappresenta il modicano contemporaneo nonchè l’elettore preferito (altri nei commenti di analoga tendenza) di qualunque avventuriero politico.
    Dare ascolto e assecondare questi soggetti, significa mirare al ribasso.
    Oggi le 500 al corso, domani la gara di rutti e peti in Piazza Matteotti.
    Siete mai usciti da questa città per vedere gli eventi dei comuni limitrofi?
    È evidente che no.
    Vi sareste accorti che la cultura ha un sapore diverso e sovente molto più divertente.
    Rimanendo in tema, le 500 possono essere pure piacere, ma se il conducente è un cafone arrogante (ipotesi), questo bisogna farlo notare, piaccia o no!

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

2 × uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.