Diocesi di Noto. Pedofilia: “In un anno seguiti 41 casi”

0
1549

Un anno e 41 casi seguiti, spesso a base di abusi, droga, bullismo e non solo. Un anno di attività per l’Ufficio Pastorale per le Fragilità della Diocesi di Noto voluto dal vescovo Antonio Staglianò e affidato a don Fortunato Di Noto e alla Associazione Meter onlus da 25 anni impegnata a tutela dell’infanzia contro ogni forma di abuso. Questo il bilancio dei primi 365 giorni d’attività per il primo, e innovativo, Ufficio varato in questo settore da una diocesi italiana.
L’Ufficio Pastorale diocesano per le Fragilità si occupa dell’ascolto e dell’accoglienza per coloro che si trovano in situazioni di sofferenza legate ad abusi sessuali, fisici, maltrattamento, adescamento online, nuove dipendenze comportamentali (cyber dipendenza, ludopatie), problemi nelle relazioni familiari e malattie.
Inoltre orienta le vittime verso strutture e competenze appropriate, promuove iniziative per la prevenzione e l’aggiornamento di clero e laici sulle tematiche a sostegno delle fragilità e degli abusi, cura a livello diocesano la adesione alla celebrazione della Giornata bambini vittime (organizzata da Meter onlus) e svolge ricerca scientifica e pastorale curando la divulgazione delle conoscenze.
A distanza di un anno dalla sua istituzione l’Ufficio Fragilità rende nota le attività e i risultati raggiunti; questo per rafforzare e rendere sempre più operativo l’impegno per la protezione dei minori contro ogni forma di abuso e nell’accoglienza delle fragilità umane in genere.
41 sono le persone accolte dopo aver chiesto aiuto.
E’ determinante l’apporto e il sostegno dei professionisti del Centro Ascolto Meter che coadiuvano con competenza e professionalità l’Ufficio. La recente nomina dei Membri dell’Ufficio n. 2 avvocati, n. 1 psicologa e psicoterapeuta, appartenenti alla Associazione di don Di Noto, offre un ulteriore competenza e specifica professionalità nell’ascoltare, accogliere, indirizzare e orientare chi contatta l’Ufficio in una situazione di bisogno e sofferenza.
Il contatto è avvenuto attraverso l’indirizzo email ufficiofragilita@diocesinoto.it e pubblicizzato sul sito della Diocesi di Noto www.diocesinoto.it
Non tutti i contatti e le richieste di aiuto sono state provenienti della Diocesi di Noto: infatti ben 15 contatti sono arrivati da altre diocesi. Chi si è rivolto a noi è venuto a conoscenza dell’Ufficio Fragilità attraverso i mezzi di comunicazione che hanno presentato e pubblicizzato il servizio pastorale.
I colloqui sono avvenuti nel rispetto della privacy personale.
Problematiche accolte e orientate
 Abuso sessuale nel passato da parte di sacerdoti e religiosi (con provvedimento già definito che li ha ridotti allo stato laicale): 6 casi
 Bullismo e cyber-bullismo (eventi avvenuti nell’ambito parrocchiale): 6
 Grooming (tentativi di adescamento) su adolescenti: 5
 Tossicodipendenza: 6
 Fuga da casa (giovani 18-20 anni): 3
 Problematiche legate alla rete: 3
 Problematiche legate all’omosessualità: 6
 Dipendenza da pornografia online: 4
 Problemi di identità sessuale: 2
Per ogni contatto viene compilata una scheda di rilevazione del problema, le risposte e l’orientamento offerto. I dati non saranno mai divulgati nel rispetto della privacy di ogni persona che si rivolge all’Ufficio Fragilità.
Solo qualora risultasse un problema legato a minori o a un reato penalmente perseguibile (anche canonicamente) il protocollo di intervento assume un altro indirizzo.
Il Vescovo di Noto Antonio Staglianò ha sottolineato che : “L’Ufficio pastorale per le Fragilità, che si avvale la grande esperienza di Meter onlus che opera in Diocesi, è una risposta concreta e manifesta Dio che è sempre e solo Amore per chi si trova nel bisogno e nelle conseguenze della fragilità. E’ una operativa risposta pastorale agli appelli e gli inviti di Papa Francesco.
Non possiamo che ringraziare il Signore per aver suscitato questa discreta e delicata opera di misericordia dove lo sguardo misericordioso del Padre, lo sguardo dell’amore che non giudica per abbattere, ma giudica per aver cura, farsi carico della sofferenza altrui”.
Don Fortunato Di Noto, Vicario episcopale e Direttore dell’Ufficio Fragilità (conosciuto per l’indefessa opera a tutela dell’infanzia con Meter onlus contro ogni forma di abuso) dichiara: “Credo che sia un bell’esempio pastorale che, e lo dico con molta umiltà, ogni diocesi dovrebbe istituire. Non è aver un Ufficio “rappresentativo” ma un segno operativo che ha una porta sempre aperta e una attenzione verso le nuove forme di fragilità che possono essere sanate e guarite. Non è stato un anno improvvisato, anche per il grande e insostituibile apporto dei professionisti in umanità e specialità competente di Meter onlus. Continueremo certi che si può fare sempre di più e meglio”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

20 + 17 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.