Postali, al via il percorso di formazione delle 721 risorse

0
898

Nei prossimi giorni prenderà avvio per i lavoratori postali il percorso di formazione delle 721 risorse, di cui 46 in Sicilia, suddivisi per Gruppi Omogenei di lavoro in Team Regionali, sorteggiati e finalizzati alla compilazione della Chek list INAIL sugli eventi sentinella utile alla valutazione dello Stress Lavoro Correlato in Azienda.
“Su tale argomento – spiegano i sindacalisti Giorgio Giummara e Giovanni La Rosa – in più occasioni abbiamo avuto modo di sottolineare i nostri rilievi e considerazioni, anche con documenti allegati in atti ufficiali.
In più occasioni abbiamo evidenziato il numero irrisorio delle risorse coinvolte nel progetto, 721 su una popolazione di circa 130.000 lavoratori e di questi 46 in Sicilia su una popolazione di oltre 9.000 unità, proprio in funzione del sorteggio diverse realtà provinciali non sono coinvolte in questo percorso tra cui la provincia di Ragusa, quindi riteniamo numericamente non apprezzabile delle persone coinvolte e la quasi totale assenza di RLS accreditati come uditori.
Essendo una prerogativa del Datore di Lavoro, la scelta del metodo di valutazione, ne prendiamo atto e rispettiamo ma ciò non ci esime dal fare delle considerazioni di carattere generale.
Secondo “ l’Agenzia Europea per la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro” lo stress lavoro correlato è il secondo problema di salute legato all’attività lavorativa più frequente degli stati membri.
Infatti in base alle stime prudenziali i lavoratori esposti a rischio stress lavoro correlato si aggirerebbe intorno al 30% della forza lavoro.
Il percorso metodologico adottato per la valutazione “INAIL” che prevede nella fase preliminare oggettiva dell’’esame degli eventi sentinella di cui 5 già rilevati dall’Azienda negli anni precedenti a cui sui aggiungeranno gli ulteriori 5 in questa fase, non possono essere sufficienti a indicare il livello di rischio se non si avvia contestualmente una valutazione approfondita cioè la valutazione della “percezione soggettiva dei lavoratori” dello stress lavoro correlato.
E’ necessario valutare il “rischio stress” e non lo “stress”, ovvero le condizioni che sono antecedenti ai disagi, le situazioni dove si annidano i germi del disagio, in primis i rischi organizzativi.
Per realizzare un percorso corretto per prevenire lo stress, è necessario che vi sia un’analisi dell’’organizzazione del lavoro, delle criticità e dei vincoli, delle situazioni di riorganizzazioni aziendali progettate che tengano conto, in via preventiva, della sostenibilità per i lavoratori.
Lo stress non è di per sé una patologia ma va affrontato in termini di causa e non di effetti.
In altri termini lo “stress” è la causa collaterale di un modo di lavorare e di una organizzazione sociale non sana.
La diagnosi per ridurre lo stress sta nella organizzazione del lavoro non nelle persone.
Bene la valutazione preliminare, con tutti gli eventi sentinella, seppure come detto in premessa eccessivamente ridotto il numero delle persone coinvolte rispetto alla popolazione interessata, successivamente è necessario affrontare i fattori di:
o Contenuto del lavoro quali: ambiente di lavoro, attrezzature, carichi e ritmi di lavoro, orari, turni, competenze/requisiti professionali:
o Contesto del lavoro quali: ruolo nell’ambito dell’’organizzazione del lavoro, autonomia decisionale e controllo, conflitti interpersonali, sviluppo di carriera, comunicazione.
Così come indicato dall’accordo Europeo del 2004 e ripreso dall’art. 28 del Testo Unico che obbliga la valutazione di tutti i rischi.
In assenza dell’avvio di questa fase di approfondimento, siamo certi che come è avvenuto in tutte le aziende, in Italia, che si sono affidate alle risultanze dei dati rilevati dal metodo “INAIL” che il rischio stress lavoro correlato è pressochè inesistente, e a questi risultati certamente non avremo sentimento di orgoglio.
Perché allegati al CCNL e necessità di accordi al riguardo danno uno spaccato di azienda diverso”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

3 + cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.