Calcio, Promozione: Modica cerca riscatto contro il Megara Augusta, Cannella: “Aspettiamo risposte dalla squadra”

0
721

Cancellare immediatamente la brutta prestazione di Santa Croce e ricominciare a giocare con la stessa convinzione e la stessa voglia delle prime sei giornate del girone di andata. È questo l’obiettivo principale del Modica Calcio di Franco Rappocciolo che tre giorni dopo la pesante sconfitta nel derby contro la formazione di Gaetano Lucenti avrà la possibilità di riprendere il filo del discorso perso al “Kennedy” ospitando al “Vincenzo Barone” gli augustani del Megara.

Partita che nasconde delle insidie contro una squadra che lotta per la sopravvivenza e che i rossoblù modicani dovranno affrontare con la massima attenzione e con qualche problema di formazione.

Alla quasi certa non convocazione di Marco Livia (che deve risolvere un problema fisico che lo affligge da qualche settimana), infatti, mister Rappocciolo dovrà fare a meno di Marco Adamo espulso mercoledì a Santa Croce e di Momo Noukri che già diffidato nel turno infrasettimanale è stato ammonito e di conseguenza sarà appiedato dal giudice sportivo. Rientreranno di contro dalle rispettive squalifiche Simone Pitino e Stefano Sammito che riprenderanno il posto da titolari in una partita che il Modica vuole assolutamente vincere per far dimenticare immediatamente la sconfitta di mercoledì.

“Ci attendiamo una risposta immediata da tutta la squadra dopo l’ultima brutta prestazione – spiega il Direttore Sportivo Ettore Cannella – Dobbiamo prendere coscienza dei nostri errori e fare una grande partita contro il Megara che arriverà a Modica non di certo per fare da vittima sacrificale, ma bensì per continuare a fare punti in chiave salvezza. Abbiamo analizzato cosa è andato storto contro il Santa Croce – conclude il DS dei rossoblù – ma contemporaneamente dobbiamo rimanere lucidi e tranquilli”.

La gara contro il Megara che rievocherà partite storiche avrà inizio alle 15 e sarà arbitrata dal ragusano Carmelo Gurrieri, mentre gli assistenti saranno gli agrigentini Salvatore Ognibene e Emanuele Pedalino.

L’ingresso al “Barone” costerà 5 euro, donne e bambini under 14 entreranno gratis.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

1 × 3 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.