Caporalato in danno della comunità romena. In Prefettura delegazione del Ministero per i romeni

0
595

La Cgil di Ragusa, con il suo segretario generale, Peppe Scifo, ha partecipato stamani, unitamente al direttore della Caritas diocesana, a Beniamino Sacco – responsabile parrocchia dello “Spirito Santo” – e al presidente della coop. sociale Proxima, ad una riunione in prefettura presente una delegazione di ufficiali romeni del Ministero per i romeni che vivono all’estero, guidata dal segretario di Stato presso questo ministero Lilla Doglarka Debelka.
Nell’agenda dei lavori dell’incontro il dialogo inter-istituzionale in merito alle iniziative già poste in essere nel territorio provinciale al fine di affrontare le tematiche connesse al caporalato e allo sfruttamento lavorativo a danno dei romeni.
“Continuiamo come abbiamo fatto negli anni precedenti, commenta Peppe Scifo, la nostra azione di tutela rivolta agli stranieri ed in particolare alla comunità romena che vive nelle campagne in condizione di isolamento.
Un isolamento che coinvolge anche i minori i quali spesso sono vittime di dispersione scolastica. Per questo abbiamo inviato una richiesta ai comuni di Vittoria e Acate dove si registra la maggiore presenza.
La Cgil conferma il proprio impegno nel lavoro di rete con associazioni del privato sociale, in primis Caritas e Proxima per contrastare i fenomeni di grave sfruttamento e DEGRADO sociale e ringrazio la prefettura di Ragusa che da sempre è attenta a queste problematiche”. 

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome