Cerca
Close this search box.

A Modica al via il Festival Scenari, Lo sguardo e il racconto

Tempo di lettura: 2 minuti

“Scenari. Lo sguardo e il racconto” è il festival letterario di Modica, promosso dalla Fondazione Teatro Garibaldi e dal suo sovrintendente Tonino Cannata e organizzato dalla Mondadori Bookstore di Piera Ficili, giunto quest’anno alla III edizione.
Dal 24 giugno al 28 luglio, per cinque weekend di fila, le più belle piazze, i palazzi ma anche i vicoli e gli scorci più suggestivi della città diventeranno il palcoscenico di presentazione di libri, incontri e dibattiti a carattere letterario e culturale. Gli atri di Palazzo San Domenico e dell’ex Convento del Carmine, le scalinate di San Giovanni, San Pietro, San Gioirgio, il sagrato della Madonna delle Grazie, sono i luoghi popolati dall’entusiasmo dei tanti che assisteranno agli eventi di Scenari 2024. Una manifestazione che mette in perfetta sinergia le Istituzioni della Città e del territorio e poi espressioni importanti dell’imprenditoria e dell’intraprendenza privata d’eccellenza di Modica
Dopo il successo delle passate edizioni, con ospiti prestigiosi come Daria Bignardi, Walter Veltroni, Lidia Ravera, Antonio Manzini, Simonetta Agnello Hornby, Paolo Crepet, Catena Fiorello, Pif, Enrico Mentana, Malika Ayane, Stefania Andreoli, Antonio Manzini, luca Palamara, Mario Giordano e tanti altri, anche quest’anno Modica, conferma la sua attenzione al panorama culturale nazionale e internazionale, al mondo dei libri e della letteratura contemporanea in tante sfaccettature e apre le sue porte ad autori e autrici importanti che hanno arricchito e impreziosito l’agenda editoriale, mediatica e giornalistica del 2024.
Si comincia con un’apertura straordinaria: lunedì 24 giugno alle ore 19:30 Alessandro Baricco sarà in dialogo sul suo ultimo romanzo “Abel” (Feltrinelli) con Mattia Insolia.
Seguirà poi un weekend tutto targato Rizzoli: venerdì 28 giugno alle 21:00 Paolo Mieli analizzerà “Il secolo autoritario”, sabato 29 giugno sarà la volta di Valentina Romani col suo libro d’esordio “Guarda che è vero” alle 19:30 e domenica 30 giugno di nuovo alle 21:00 Giovanni Grasso ci condurrà tra le pieghe di un rapporto impossibile col romanzo “L’amore non lo vede nessuno”.
Si passa poi alla settimana successiva: giovedì 4 luglio Sigfrido Ranucci svelerà il dietro le quinte della professione di reporter con “La scelta” (Bompiani); venerdì 5 luglio Dario Maltese racconterà le vite dei volti noti italiani che vivono in Francia con “Les Italiens” (Rizzoli) e sarà insieme a Sara Doris che accende una luce sulla figura di un grande imprenditore, banchiere ma anche padre di famiglia, con “Ennio, mio padre” (Piemme). Sabato 6 luglio Serena Bortone ci condurrà nella Roma di fine anni ’80 col suo romanzo commovente e empatico “A te vicino così dolce” (Rizzoli) mentre domenica 7 luglio sarà tutta all’insegna del giallo d’autore: Piergiorgio Pulixi, in libreria con “Per un’ora d’amore” (Rizzoli) sarà in dialogo con Massimo Carlotto e la sua “Trudy” (Einaudi).
Il secondo di luglio, sarà un weekend all’insegna di letteratura, cinema e teatro. Venerdì 12 luglio sarà ospite Ludovico Tersigni, attore e conduttore amatissimo dai più giovani, per uno sguardo fuori dagli schemi con “Ci vediamo oltre l’orizzonte” (Rizzoli). Sabato 13 luglio Stefano Massini analizzerà uno dei testi più discussi della storia, entrando nel suo ultimo lavoro “Mein Kampf. Da Adolf Hitler” (Einaudi) in dialogo con Francesco Musolino. Domenica 14 luglio l’attore Vinicio Marchioni presenterà il suo primo romanzo, una toccante storia familiare, “Vienimi notte” (Rizzoli).
Avremo altri quattro appuntamenti dedicati alle donne e alla filosofia. Giovedì 18 luglio Lorenza Gentile ci condurrà in viaggio coi suoi personaggi avventurosi e divertenti verso “Tutto il bello che ci aspetta” (Feltrinelli); venerdì 19 luglio Selvaggia Lucarelli ci presenterà il suo ultimo libro “Il vaso di Pandoro. Ascesa e declino dei Ferragnez” (Paper First). Sabato 20 luglio Donatella Di Pietrantonio racconterà “L’età fragile” (Einaudi) il suo ultimo romanzo dedicato a tutte le donne sopravvissute alla violenza. Domenica 21 luglio Maura Gancitano e Andrea Colamedici (Tlon) porteranno in scena un vero e proprio “Elogio dell’ozio”: nella frenetica corsa alla produttività che caratterizza la nostra epoca, la figura del “fannullone” è spesso vista come un anacronismo o, peggio, come un ostacolo al progresso.
Il gran finale sarà domenica 28 luglio con Luca Bizzarri, attore scrittore e conduttore, che con la sua verve ironica e sagace presenterà la carrellata dei nostri tic contemporanei con “Non hanno un amico” (Mondadori).
Quest’anno il festival si avvale di un’illustrazione creata appositamente da Giovanni Robustelli, artista figurativo che concentra il suo lavoro sulla grammatica del segno.
Modica apre i suoi scenari, dal 24 giugno al 28 luglio, per la III edizione del Festival “Scenari, Lo sguardo e il racconto”. Tutti gli incontri sono con ingresso libero fino a esaurimento posti.

537362
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top