Cerca
Close this search box.

Impianti sportivi in zone agricole. Interrogazione di Spadaro

Tempo di lettura: 2 minuti

Interrogazione del Consigliere comunale del PD Giovanni Spadaro, con la quale chiede al Sindaco, in merito agli impianti sportivi in zone agricole, dei chiarimenti, premesso che nel PRG del Comune di Modica le zone E1 – zone agricole normali sono unicamente destinate all’esercizio dell’attività agricola e delle attività connesse con l’uso agricolo del territorio (art. 53, Norme Tecniche di Attuazione). Relativamente a quanto dichiarato dall’On. Abbate, il Consiglio di Giustizia Amministrativa avrebbe stabilito che a Modica è possibile realizzare impianti sportivi nelle zone destinate a verde agricolo;
Anche se in effetti l’unica sentenza del CGA che nel 2024 si è occupata della realizzazione di impianti sportivi in zona agricola a Modica ha dichiarato inammissibile per motivi esclusivamente processuali il ricorso contro gli atti del Comune di Modica che avevano previsto di modificare il PRG per permettere ad una singola impresa di realizzare un impianto sportivo in un terreno agricolo, altrimenti impossibile, senza entrare nel merito della vicenda; Peraltro nella stessa controversia il TAR di Catania aveva già dichiarato abnormemente illegittimi quegli atti, denunciando “la evidente finalizzazione della variante ad un preciso interesse privato”; Quanto è stato dichiarato attraverso gli organi di stampa, hanno ingenerato negli operatori economici e nei cittadini il dubbio che nelle zone agricole sia oggi effettivamente possibile realizzare impianti sportivi, con grave incertezza circa il corretto uso del territorio; Alla luce di queste notizie, sarebbe opportuno chiarire:
– se, in mancanza di una altrimenti necessaria variante alle norme tecniche di attuazione del PRG relative alle zone E, in zona agricola sia oggi effettivamente possibile realizzare impianti sportivi;
– in caso negativo, se Codesta Amministrazione intenda promuovere una variante del PRG che in via generale, e non più a vantaggio di un singolo operatore economico o di una singola area, modifichi le Norme Tecniche di Attuazione nel senso di consentire, a determinate condizioni e nei limiti propri della natura agricola del territorio, la realizzazione di impianti sportivi nelle zone agricole E1 od, altrimenti, ripristini le zone F1f, espressamente destinate all’insediamento di impianti sportivi, originariamente previste nello strumento urbanistico adottato nel 2013 ma disattese dall’Assessorato Regionale al Territorio.

534615
© Riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top