Cerca
Close this search box.

Evan. In Appello chiesto l’ergastolo per la madre e Blanco

Il bimbo rosolinese morì all'Ospedale di Modica
Tempo di lettura: 3 minuti

Chiesta la conferma dell’ergastolo per Letizia Spatola, 26 anni,  la madre del piccolo Evan Giulio Lo Piccolo, il bimbo di un anno e mezzo morto all’ospedale di Modica il 17 agosto del 2020, e per  il compagno di lei,   Salvatore Blanco, 33 anni. Il Procuratore Generale della Repubblica non si è discostato dalla decisione della Corte d’Assise di Siracusa del mese di lugliol 2022. Si sta, infatti, celebrando il processo d’Appello nei confronti dei due imputati rosolinesi, ritenuti responsabili della morte del bambino che sarebbe stata causata delle lesioni provocate dalle violenze inflitte dall’uomo nella loro casa, a Rosolini, sotto gli occhi della mamma. Il 33enne risponde anche di maltrattamenti nei confronti della donna. Letizia Spatola, durante gli interrogatori, avrebbe detto di essere stata succube delle violenze del compagno e che avrebbe voluto lasciarlo. Una circostanza, però, non avvalorata dalla Procura che nega fra i due l’esistenza di un rapporto di sottomissione, come sostenuto dalla donna. In Corte d’Assise di Siracusa il capo della Procura, Sabrina Gambino, e il sostituto Carlo Enea Parodi, nella requisitoria  durata oltre 6 ore, avevano chiesto per i due imputati 5 anni e 6 mesi per i maltrattamenti e l’ergastolo per omicidio in concorso.

Oltre all’ergastolo, in primo grado, i due imputati furono condannati anche all’interdizione perpetua dai pubblici uffici e alla decadenza della responsabilità genitoriale, al pagamento di una provvisionale alle parti civili e cioè 50 mila euro in favore della nonna, Elisa Congiu,  50 mila euro per Stefano Lo Piccolo, padre del bimbo, e 25 mila euro ciascuno per gli zii, Michael Lo Piccolo e Jessica Lo Piccolo, tutti assistiti dagli avvocati Loredana Calabrese, Federica Tartara e Maria Platania. Blanco fu assolto dall’accusa di maltrattamenti nei confronti della donna, sentenza già passata in giudicato e non impugnata. Ciò significa che Letizia Spatola avrebbe mentito e che, dunque, sarebbe, parimenti, “carnefice” nei confronti del figlioletto.

Davanti alla Corte d’Assise d’Appello, oltre alla pubblica accusa, hanno discusso le parti civili. Il prossimo mese di marzo toccherà ad uno dei difensori, l’avvocato Salvatore Irullo per  Blanco, e il mese successivo all’avvocato Natale Di Stefano, per Spatola. Il 10 giugno sono previsti la replica del pubblico ministero e  la sentenza.

Evan era deceduto per la «grave insufficienza cardio-respiratoria da broncopolmonite da aspirazione», riconducibile secondi i periti, alle lesioni subite nel corso dei mesi. Quando il bimbo era stato portato al pronto soccorso dell’ospedale di Modica i medici si sarebbero accorti delle ecchimosi sul corpicino. Secondo la Procura, Evan avrebbe subito diverse fratture per le percosse del compagno della madre. Solo per alcune di queste avrebbe subito il ricovero in ospedale. Traumi pregressi: fratture esterne ma anche al femore, allo sterno. Nell’ultimo ricovero, a luglio 2020 per una frattura alla clavicola, i medici facendo la radiografia si erano accorti delle fratture alle costole.

526185
© Riproduzione riservata

4 commenti su “Evan. In Appello chiesto l’ergastolo per la madre e Blanco”

  1. Nessun medico si è preoccupato di chiamare i carabinieri e togliere quella creatura dalle grinfie di questi due dèmoni?

  2. Un bimbo di un anno e mezzo ha dovuto subire tante fratture e lesioni . Ma i vicini di casa ,non sentivano piangere questa creatura ? I parenti non sapevano niente, di questo bimbo martoriato ,
    Scusate mi fermo prima di .

  3. Gli avvocati con quale etica, con quale coraggio, possono difendere questi due energumeni? Anima innocente vittima di supplizi. Non è possibile credere, che nessuno si era mai accorto di tanta tragedia!!! Silenzio omertoso? Il carcere a vita è poco!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top