Cerca
Close this search box.

L’”Archimede”di Modica aderisce al progetto “adottiamo un albero

Progetto “Adottiamo un albero”, piantumazione degli alberi nei giardini dell’Archimede a Modica
Tempo di lettura: 2 minuti

Lo scorso 23 maggio 2023, è stato un giorno importante per l’Archimede di Modica. Lo studio di una semplice funzione comunicativa in Lingua Francese , “Quel temps fait-il?” (che tempo fa?) ha condotto gli alunni della 2 T1 e della 2A2 ad affrontare il tema del riscaldamento climatico, inserito nel contesto più ampio dell’Educazione Civica. Il loro rimedio alla riduzione dell’inquinamento atmosferico, è di donare e piantare un albero per la salvaguardia dell’ambiente. L’ esempio è stato seguito da altre classi ( 3S1- 3GR2-3GR3- 3 A1-3 CAT) che hanno contribuito a piantare altri alberi nel cortile antistante l’Istituto. A suggellare questo momento, un cartellino apposto su ogni albero ricorda la classe che lo ha adottato e che se ne prenderà cura durante la permanenza all’Archimede!
“Non abbiamo un pianeta B quindi sta a noi proteggerlo!”
“Qual’è il significato di piantare un albero oggi?”
“L’aria è molto inquinata e questo albero è il nostro rimedio per ridurre le emissioni di CO2 per un mondo più pulito e per diffondere una cultura ecologica fra i giovani. Abbiamo apprezzato l’idea di prenderci cura del nostro albero che è come un essere vivente: piantarlo, innaffiarlo e vederlo crescere”..
“…È un modo per sensibilizzare i nostri compagni al rispetto della natura e nello stesso tempo abbiamo reso più bello il cortile della nostra scuola.”
“ …E’ bello pensare, che anche quando non saremo più a scuola, questo albero parlerà di noi”
Queste le riflessioni di Nadia e Aya portavoce delle classi 2 A2 e 2T1 dell’Istituto Archimede di Modica.
Piantare un albero è un gesto antico, di gratitudine e di amore verso la natura e verso l’uomo. Analizzando le cause del riscaldamento climatico e le sue tragiche conseguenze, abbiamo voluto dare il nostro piccolo contributo alla salvaguardia dell’ambiente, alla tutela della natura scegliendo due alberi autoctoni della nostra terra , l’ulivo, simbolo di vita e di pace e il Carrubo, di forza e resistenza. Ancora più forte questo gesto e ancor più significativo, oggi 23 maggio, anniversario dell’attentato di Capaci: un segno dei giovani di bisogno di rispetto e legalità.
L’idea della Professoressa Mariella Di Rosa, è stata ben accolta dal  Dirigente, Rosolino Balistrieri, sempre  disponibile alla realizzazione di progetti che coinvolgono gli studenti, volti a creare una coscienza sociale ed ecologica, come in questo caso. Un grazie a tutti gli altri alunni che, come noi, hanno voluto adottare un albero abbellendo, così, il cortile del nostro Istituto; alla ditta, in particolare il Sig. Giuseppe, che ci ha aiutato a ripristinare le aiuole; alla Professoressa Ines Civello, ai collaboratori scolastici, Franco Amore, Giovanni Cannata, Stefano Lissandrello, Pietro Ereddia e Patrizia Ruta, i quali hanno dato il loro apporto per realizzare il progetto nel rispetto della natura e della sua bellezza ..perché… solo la bellezza salverà il mondo !
Gli Alunni della 2 A2 E 2 T1
IIS ARCHIMEDE-MODICA

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top