52 interventi di Neurochirurgia negli ultimi 18 mesi negli ospedali di Ragusa

Tempo di lettura: 2 minuti

All’Asp di Ragusa ben 52 interventi di Neurochirurgia effettuati negli ultimi 18 mesi negli ospedali della provincia.  Si tratta degli effetti di una importante collaborazione tra il reparto di Neurochirurgia dell’azienda ospedaliera Cannizzaro di Catania diretta da Salvatore Cicero e la Neurologia dell’ASP di Ragusa diretta da Antonello Giordano.   

Gli interventi, prevalentemente, svolti nel presidio di Vittoria e sono stati possibili grazie alla presenza dei neurochirurghi di Catania che si sono recati nei presidi ragusani evitando così i difficili trasferimenti di pazienti in condizioni critiche. Supportati da anestesisti e personale infermieristico dell’ASP di Ragusa, i neurochirurghi hanno svolto gli interventi attuando una convenzione che si è rivelata utilissima per la sicurezza dei pazienti e per la efficacia dei risultati. «Da parte del personale sanitario interessato, c’è stato immediatamente un grande entusiasmo e la consapevolezza di portare beneficio ai pazienti ha dato quello slancio necessario al buon risultato che si è raggiunto. Non possiamo che essere fieri di questo lavoro. Siamo davvero grati ai colleghi dell’azienda Cannizzaro di Catania che hanno permesso tutto questo. Il sistema sanitario regionale attraverso i suoi protagonisti in prima linea, quelli che lavorano per la salute delle persone ha dimostrato con questa sinergia di essere sano. E tutto questo nonostante il Covid» è il commento della Direzione dell’ASP. 

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI