Prosegue l’attività di bonifica del territorio ibleo

Tempo di lettura: 2 minuti

Oltre 5 tonnellate di rifiuti rimossi dalle strade del territorio ibleo nell’ultima settimana di agosto. Il Libero Consorzio Comunale di Ragusa non ferma l’attività di bonifica delle strade dai rifiuti non differenziati ed ingombranti.

Su disposizione del Commissario Straordinario Salvatore Piazza, tramite la ditta aggiudicataria del servizio di raccolta trasporto e smaltimento rifiuti, si è proceduto infatti alla rimozione dei rifiuti solidi urbani abbandonati lungo la Sp 85 (Santa Croce Camerina – Scoglitti), la Sp 89 (Marina di Ragusa – Donnalucata) e la Sr 82 (Fontana Nuova-Eredità-Palma).

I rifiuti, per il peso complessivo di 5.180 chilogrammi, sono stati raccolti e trasportati nell’impianto di trattamento meccanico biologico di Cava dei Modicani.

E’ stato avviato anche il servizio di raccolta manuale dei rifiuti lungo i cigli stradali e sono stati raccolta 50 sacchi di rifiuti abbandonati lungo la litoranea Sp 63 (Marina di Ragusa-Donnalucata). Si è provveduto, altresì, alla raccolta e smaltimento di rifiuti ingombranti abbandonati (frigoriferi, poltrone, divani, sedie, materassi) lungo delle strade extraurbane dei Comuni di Santa Croce Camerina e di Acate, per complessivi 7.360 chilogrammi.

Il servizio di bonifica del territorio dalle microdiscariche di rifiuti abbandonati proseguirà anche nelle prossime settimane. Lunedì 30, di mattina, è in programma la raccolta manuale rifiuti lungo diverse strade del litorale ragusano.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI