Colombia: rivoluzione indigena con “La presa di Bogotà”

Tempo di lettura: 2 minuti

Migliaia di gruppi indigeni stanno bloccando in queste ore l’ingresso all’aeroporto El Dorado il più importante del Paese, dando origine a parecchi blocchi stradali periferici , come dimostrano le  registrazioni diffuse sui social. Alle prime luci dell’alba si sono formati numerosi cortei e sit-in  per protestare per i metodi dittatoriali del governo di Ivan Dunque. La giornata di protesta è stata chiamata “Presa di Bogotà”, inizialmente si proponeva di tenersi solo nella capitale colombiana per commemorare la Giornata dello studente rivoluzionario caduto, ma dopo che il CNP (Comitato nazionale per la disoccupazione) ha sospeso il tavolo di dialogo con il governo, l’azione è stata diffusa in altre parti del paese. Le proteste coincidono con l’arrivo domenica di una missione internazionale (Iachr) che sta indagando sulle violazioni dei diritti umani commesse in Colombia dalla polizia, durante lo sciopero del il 28 aprile scorso. 

 

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI