Territorio Ragusa. Mobilità sostenibile in alto mare. Serve cabina di regia

Tempo di lettura: 2 minuti

Nei giorni scorsi il Direttivo cittadino di Territorio Ragusa si era occupato, a seguito di diverse sollecitazioni di cittadini, di mobilità sostenibile e di trasporti alternativi per il centro città, per Ragusa Ibla e per Marina di Ragusa.
Oggi cade a fagiolo ritornare sull’argomento perché ci giunge notizia, attraverso la stampa che, per apportare modifiche, è stato bloccato il bando per la micromobilità elettrica in sharing, che aveva termine all’ormai prossimo 10 marzo.
Il Direttivo di Territorio è costretto a lanciare l’appello all’amministrazione per l’istituzione di una qualificata cabina di regia per il settore, in subordine si chiede il conferimento di un incarico ad un esperto perché il comparto appare fermo e non si intravede la luce in fondo al tunnel.
È il segretario cittadino di Territorio, Michele Tasca che specifica i termini della richiesta che, nell’interesse comune, il Movimento politico esprime a nome di diversi cittadini in attesa di risposte su materia tanto importante.
“Non può che sorprenderci l’ennesimo blocco per un bando di gara, apprendiamo che ci sono modifiche anche per l’avviso pubblico riguardante Palazzo Tumino.
È di tutta evidenza che debbono essere ricercate le responsabilità delle varie discrasie che si rivelano lungo il cammino di numerose procedure, molte delle quali vanno a vuoto, senza risposte, segno evidente di offerte non appetibili.
Aggiunge Tasca: “Il settore del trasporto pubblico in città non ha subito nessun miglioramento, unica novità, a suon di bigliettoni, le navette per Ibla, non si parla nemmeno di bus elettrici o meno inquinanti, di bike sharing e car sharing si parla da anni ma non ci sono fatto concreti, il trasporto a chiamata è servito solo come specchietto per le allodole.
Si è fatta grande pubblicità per pochi posti auto a San Paolo, non si sa nulla , invece, del parcheggio interrato, si diceva che i ritardi fossero da addebitare alla regione, pare che la situazione non sia cambiata quando la pratica è diventata competenza degli uffici comunali.
Si è fatto un gran parlare del parcheggio di scambio di Marina di Ragusa, ma sembra che non si muova foglia e la stagione primaverile e quella estiva battono alle porte.
“In tutto il settore c’è un impasse impressionante – conclude il segretario cittadino di Territorio – si sente l’esigenza di commissariare il settore, si istituisca una cabina di regia o si nomini un esperto per dirimere le varie questioni sul tavolo, la città non può più attendere soluzioni che non arrivano o arriveranno sempre troppo tardi”

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI