Vaccini. “Il sindaco di Acate non è indagato”. Riceviamo

Tempo di lettura: 2 minuti

Ci giunge una precisazione da parte del sindaco di Acate, Giovanni Di Natale, che intende chiarire la sua posizione sulla questione vaccini. Ribadiamo che nessuno su questa testata ha mai detto che Di Natale è indagato ma è che stato vaccinato in quanto dipendente Asp.

Ciononostante è giusto dare voce all’interessato attraverso la nota a seguire.

 

Alla C.A. dell’Egr. Dr. Pisana,

nell’interesse del Dr. Giovanni Di Natale, Sindaco del Comune di Acate, con riferimento all’articolo rubricato “I vaccinati sono i sindaci di Acate, Giarratana e Pozzallo”, pubblicato il 18 gennaio u.s. sul giornale on line da Lei diretto, formulo la presente originata dall’improcastinabile esigenza di ricondurre nell’alveo della veridicità l’informazione diffusa sui fatti oggetto della stessa.

Sono convinto, unitamente al mio assistito, che la notizia de qua sia frutto di uno scusabile errore nella parte in cui riporta: “ sono i sindaci di Acate, Giovanni Di Natale, di Giarratana, Bartolo Giaquinta, e di Pozzallo,  e Roberto Ammatuna, tra coloro che sono stati sottoposti a vaccino e che rientrano nell’ambito degli accertamenti in atto ad opera dei carabinieri del Nas, a seguito della vicenda dei vaccini effettuati senza una precisa lista all’0spedale Busacca di Scicli. Di Natale, Giaquinta e Ammatuna”.

Cionondimeno, data la contrarietà a verità della stessa e la lesività della medesima a danno della dignità del diretto interessato e delle Istituzioni che rappresenta, si ritiene necessaria la rettifica nei modi e termini di Legge al fine di specificare e rendere noto che: “il Dr. Di Natale non è stato mai coinvolto negli accertamenti in atto ad opera dei Carabinieri del competente N.A.S. a seguito della vicenda verificatasi all’interno dell’Ospedale Busacca di Scicli e che è stato sottoposto a vaccinazione anti-covid19 presso l’Ospedale Guzzardi di Vittoria in quanto Medico in servizio presso la Direzione Sanitaria dello stesso, nel pieno rispetto dei protocolli e delle linee guida predisposti dagli Organi di Governo

Ove la richiesta sottesa dalla presente non dovesse trovare presto riscontro nei modi dovuti, adirò senza indugio alcuno la competente Autorità Giudiziaria tanto in sede civile quanto in sede penale al fine di dare il massimo impulso alla tutela dei diritti della parte rappresentata.

Certo di non essere costretto a tanto, porgo distinti saluti. 

Avv. Salvatore Fidone   

© Riproduzione riservata
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI