Ragusa. Screening attivato dalla Regione Siciliana e dalle Asp

Tamponi antigenici rapidi riservati, su base volontaria, solo a studenti, docenti e personale scolastico degli istituti superiori
Tempo di lettura: 2 minuti

“Nell’ambito di un controllo massivo della diffusione del virus – dichiara il sindaco Peppe Cassì – la Regione Sicilia e le Asp hanno attivato degli screening mirati per diverse fasce di popolazione tramite tamponi antigenici rapidi. La prima iniziativa riguarda la popolazione scolastica delle scuole superiori. Nelle giornate di sabato, domenica e lunedì, a partire già dal prossimo week end, studenti, docenti e personale scolastico potranno sottoporsi ai controlli su base volontaria negli spazi aperti all’interno della struttura dell’ex Ospedale Civile, dalle 9.15 alle 13.00, con accesso da via Ingegnere Migliorisi. Il progetto è stato illustrato solo ieri ai sindaci dei comuni interessati, e cioè quelli con numero di abitanti superiore a 30mila.
In queste ore gli istituti scolastici coinvolti stanno stilando gli elenchi dei volontari, che verranno trasmessi all’Asp. Ciascun interessato sarà poi contattato per confermare e organizzare il servizio. In queste ore, con gli Istituti impegnati nella predisposizione degli elenchi, molte persone a conoscenza del servizio ma non afferenti al target indicato, stanno facendo richiesta per potervi accedere, ma in questa prima fase la programmazione regionale prevede il coinvolgimento solo degli istituti superiori. Qualora il target venisse esteso o modificato, ne sarà data comunicazione.”

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI