Agenti di commercio, Fnaarc Ragusa: “Una categoria dimenticata”

Tempo di lettura: 2 minuti

Momenti difficili anche per la categoria degli agenti di commercio. Alberto Petranzan, presidente nazionale di Fnaarc-Confcommercio, il principale sindacato nazionale degli agenti e dei rappresentanti di commercio e coordinatore della coalizione Enasarco del futuro, ha scritto al ministro Catalfo per sollecitare l’autorizzazione all’erogazione dell’anticipo Firr (Fondo di indennità fine rapporto) agli iscritti Enasarco, pari a 450 milioni di euro. Inoltre, ha sottolineato che molti, a causa dell’impossibilità di dimostrare il calo del fatturato causato dal differimento del pagamento delle provvigioni, non hanno avuto la possibilità di accedere al contributo dei mille euro a fondo perduto.
“Siamo stati tra i professionisti più colpiti dall’emergenza Covid-19 rimettendoci in prima persona” spiega Lorenzo Battaglia, presidente dell’associazione provinciale Fnaarc Ragusa. E Roberto Sica, componente del consiglio nazionale Fnaarc, sottolinea la gravità del momento: “La nostra categoria è stata ferocemente impattata dall’emergenza Covid-19 e dimenticata dalla politica: per il blocco forzato nel periodo del lockdown, per la contrazione dei consumi e per la loro migrazione verso il commercio elettronico, oltre che per l’impossibilità di ricorrere alla cassa integrazione. È necessario che questa misura di supporto, che peraltro è costituita da nostre risorse, sia messa a disposizione immediatamente per fare fronte al calo del fatturato”.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI