Fondi ex Insicem, i sottoscrittori: Ok aiuti alle imprese

“Finanziamenti alle imprese sfruttando le misure già previste e i fondi disponibili ma senza rimodulare i finanziamenti per gli investimenti previsti dal piano di utilizzo dei fondi ex Insicem e lasciando immutato il finanziamento di 1,6 milioni di euro per l’incentivazione delle rotte dell’aeroporto di Comiso”. A questa conclusione è approdata la riunione dei sottoscrittori dell’accordo di programma per l’utilizzo dei fondi ex Insicem, indetta dal Commissario straordinario del Libero Consorzio Comunale Salvatore Piazza e da lui presieduta per discutere di attivare forme di aiuto alle imprese particolarmente segnate dall’emergenza finanziaria, a seguito della pandemia che ha portato alla chiusura di molte aziende.
I sottoscrittori dell’accordo di programma – è bene ricordarlo – sono i dodici comuni iblei, la Camera di Commercio del Sud Est, l’Irsap e il Libero Consorzio Comunale di Ragusa che nel 2006 hanno sottoscritto un articolato accordo di programma con la previsione di una serie di investimenti nei territori ma anche di aiuto alle imprese. Quasi tutte le somme dei fondi ex Insicem che ammontano a 58 milioni di euro sono state impegnate e per quanto concerne le due misure riservate alle imprese una riguardante la ricapitalizzazione delle imprese e una i prestiti in conto interesse si registrano economie per 1,2 milioni di euro. E principalmente sull’utilizzo di questi fondi si è discusso su come utilizzarli e se creare una terza misura che preveda di pagare gli interessi a fondo perduto alle imprese in sofferenza. Un fuoco di sbarramento unanime invece per mantenere il finanziamento di 1.6 milioni di euro a favore della Soaco per l’incentivazione delle rotte per l’aeroporto di Comiso. Eliminata questa ipotesi di lavoro che era stata proposta dalla Cna provinciale di Ragusa, nel corso di un incontro la scorsa settimana tra i vertici della confederazione e il Commissario Piazza, la riunione si è sviluppata sulle modalità e sul tipo di interventi da concedere alle imprese. Il vice sindaco di Ragusa Giovanna Licitra ha affermato che “rimpinguare la misura della ricapitalizzazione è già un intervento utile e che anche la scelta degli interessi a fondo perduto va presa in considerazione perché in questo momento conta varare provvedimenti urgenti ed efficaci”. L’assessore Filippo Frasca del comune di Santa Croce Camerina ha proposto di valutare criteri oggettivi tendenti a non penalizzare le imprese dei piccoli comuni stabilendo già a priori assegnazioni di finanziamenti per quota ai vari comuni iblei. Viste le diverse proposte in campo e nella prospettiva di varare una misura unica, efficace e tempestiva, il Commissario Piazza ha aggiornato la riunione al 29 maggio alle ore 10,30 per deliberare sulle misure da finanziare (ricapitalizzazione o conto in interesse) o di crearne una nuova per il pagamento degli interessi a fondo perduto.

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI