Vertenza Scicli-Modica. D’Antona incalza consiglieri minoranza

La vertenza tra i Comuni di  Scicli e Modica  in merito alla transazione sul debito per l’uso della discarica di San Biagio, con la città della Contea dichiarata dall’ente confinante  inadempiente sul versamento della rata del 30 giugno 2019 per 709 mila euro e della rata del 2 gennaio 2020 per 400 mila euro, oltre ad interessi su precedenti rate, è tornata in questi giorni al centro dell’attenzione pubblica.

Dal Comune di Modica fanno sapere di avere prontamente risposto al Comune di Scicli che per l’anno 2019 era stato versato un acconto e che dal saldo della rata occorre scomputare le somme che il Comune di Modica, quale capofila del Distretto Sanitario n. 45 anticipa per i costi del servizio dell’asilo nido di Scicli e dell’assistenza domiciliare agli anziani, scrivendo testualmente “ .. per cui non ha ancora ricevuto alcuna provvista da parte del Ministero e sta quindi anticipando le relative somme ..”.

“Da quanto scrivono dal Comune di Modica – dice Vito D’Antona di Sinistra Italiana – sembra abbastanza evidente che, invece di pagare regolarmente in favore del Comune di Scicli le rate previste nella transazione, si è preferito, senza peraltro avere prima chiesto il consenso agli amministratori di Scicli, pagare con somme che il Comune di Modica gestisce in quanto capofila del Distretto Sanitario del comprensorio e le cui risorse finanziarie sono a carico del Ministero, quindi, sembrerebbe con somme che sarebbero già all’origine comunque destinate al Comune di Scicli.

D’altra parte, ci chiediamo che se la legge vieta ad un Comune di potere pagare con somme del proprio bilancio servizi erogati da un altro Comune, può essere che abbiamo utilizzato soldi non nostri per presumere di pagare un debito nostro?

E perché tutta questa strana operazione finanziaria non sarebbe stata concordata ufficialmente sin dall’inizio con il Sindaco del Comune di Scicli, il quale invece minaccia oggi di risolvere la transazione in corso per morosità, rendendo evidente di non saperne niente?

Ancora una volta, come in altre questioni finanziarie, i pagamenti, i debiti, i crediti, ecc. si trasformano da dati certi in opinioni e spesso in incomprensioni per colpa di altri”.

Sinistra Italiana invita i consiglieri comunali di minoranza a farsi promotori di un’apposita riunione del Consiglio Comunale affinché, con documenti e atti ufficiali, sia fatta piena luce sulla questione.

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI