Scicli. Buoni spesa della Regione per famiglie in difficoltà

Scadono il 25 maggio i termini per presentare la domanda per accedere ai Buoni Spesa della Regione Siciliana per le famiglie in difficoltà in seguito all’emergenza Covid.
Tali buoni si aggiungono a quelli già erogati dal Comune di Scicli. A darne notizia il sindaco Enzo Giannone e l’assessore ai servizi sociali Caterina Riccotti.
Gli sciclitani residenti che hanno già usufruito dell’assegnazione dei buoni spesa da parte del Comune potranno presentare la domanda per poter accedere alla differenza tra quanto ricevuto e il beneficio previsto da questo bando regionale.

Esempio: nel caso di famiglia composta da un solo componente che aveva già ricevuto € 120,00 euro, ora tale cittadino riceverà €180,00 (€ 300,00 – 120,00 ricevuti = € 180,00).
In tal caso, per facilitare le operazioni istruttorie da parte dei Servizi Sociali, occorrerà inviare la domanda all’indirizzo mail: servizi.sociali@comune.scicli.rg.it.

NUOVE DOMANDE
Chi invece non ha aderito al precedente bando, o non è risultato assegnatario, e sempre che rientri nei requisiti previsti dal bando regionale, potrà inoltrare istanza all’indirizzo: protocollo@comune.scicli.rg.it
Il modello di istanza con dichiarazione deve pervenire al Comune entro e non oltre le ore 14,00 del 25.05.2020
In caso di estrema difficoltà ad inviare e-mail, mediante prenotazione telefonica, si possono chiamare i Servizi Sociali ai seguenti numeri telefonici:
servizi sociali al n. 0932932454 – cell. 3336136079.

AVVERTENZE
E’ ASSOLUTAMENTE INUTILE inviare la domanda ad entrambi gli indirizzi e/o più di una volta, in quanto viene semplicemente intralciato lo svolgimento dell’attività di verifica da parte degli Uffici e causa ESCLUSIVAMENTE ritardi nell’erogazione dei buoni spesa.

A PENA DI INAMMISSIBILITA’ DELL’ISTANZA E’ NECESSARIO ALLEGARE LA FOTOCOPIA DI UN DOCUMENTO DI IDENTITÀ IN CORSO DI VALIDITÀ DEL DICHIARANTE
Il Comune condurrà verifiche a campione sulla veridicità delle istanze ricevute. Eventuali false dichiarazioni, oltre rispondere del reato di falso alle autorità competenti, faranno perdere al nucleo familiare destinatario ogni diritto in relazione all’ Avviso con obbligo di restituzione delle somme percepite.
Chiunque abbia difficoltà a compilare l’istanza, potrà, eventualmente, rivolgersi alle Associazioni del Terzo Settore e di Volontariato ubicate nel Comune, che potranno inviare la stessa istanza su delega del richiedente.
Si invitano gli utenti a prendere visione di tutti gli allegati e ad attenersi ai requisiti stabiliti dalla Regione Siciliana.

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI