Sequestro di 550 litri di alcol denaturato. Prezzo ricaricato

La Guardia di Finanza   di Vittoria ha focalizzato la propria attenzione su un’attività commerciale che si occupa anche di vendita al dettaglio di articoli igienico-sanitari, operante in tre diversi punti vendita, dislocati nei Comuni di Vittoria e Comiso.

Gli interventi, tesi a controllare i prezzi praticati sui beni essenziali, hanno portato al deferimento alla Procura della Repubblica del Tribunale di Ragusa del titolare di una società ipparina,per violazione dell’art. 501 bis del codice penale “manovre speculative su merci”, che punisce tale comportamento con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da 516 euro a 25.822 euro.

In tale contesto, sono stati, quindi, sottoposti a sequestro circa 550 litri di alcol confezionati in oltre 780 flaconi,pronti ad essere venduti ad un prezzo elevato, applicando un ricarico esponenziale rispetto al costo di acquisto. In particolare, dagli accertamenti eseguiti dai finanzieri, è emerso che il prodotto in parola veniva venduto ad un prezzo di 5 euro al litro, applicando così un ricarico di ben oltre il 330% rispetto al prezzo di acquisto.

Continuano senza sosta le attività ispettive delle Fiamme Gialle Iblee, svolte in concomitanza delle misure urgenti di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, che hanno come obbiettivo il contrasto ai comportamenti illeciti ed alle manovre speculative sui prezzi, mirando a garantire l’equilibrio del mercato e l’effettivo sostegno alla popolazione in un momento di forte difficoltà.

© Riproduzione riservata
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI