I Lions vicini alle donne vittime di violenza domestica

0
363

Con l’emergenza coronavirus restare a casa può essere una trappola per le donne che subiscono violenza domestica. I Lions clubs della zona 22 del Distretto Sicilia (Ragusa Host, Modica, Scicli Plaga Iblea e Ragusa Valli Barocche) con una promozione sui social locali hanno aderito alla campagna  di sensibilizzazione #NonTiLasciamoSola per sostenere le donne ad uscire dalla silenziosa emergenza nell’emergenza.    “A causa delle restrizioni dovute all’emergenza Coronavirus, le donne più vulnerabili e in difficoltà sono costrette a rimanere in casa con i loro aguzzini tutto il giorno – spiega Melania Carrubba, presidente della zona 22 del Lions Club – e per loro le mura domestiche non sono affatto un luogo sicuro ma bensì, al momento una doppia prigionia poiché la convivenza forzata con il maltrattante, limita ancor più la loro libertà a tal punto da impedire anche di fare una telefonata”. I dati del  “Telefono Rosa” parlano chiaro: le telefonate ai centri antiviolenza, riferite allo stesso periodo dello scorso anno, sono diminuite del 55,1%.  Per cui per le vittime l’uscita da casa per fare la spesa, per andare in farmacia o per buttare la spazzatura può rappresentare l’occasione giusta per chiedere aiuto con l’applicazione YouPol della Polizia di Stato,  con una telefonata al 1522 o ad uno dei centri antiviolenza di Modica (3664537536 ), Ragusa (3331051084) e Scicli (3791832704).

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

uno × 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.