Cassì ai ragusani: “Ora più che mai restiamo a casa”

0
1345

“So che le belle giornate invitano a prendere una boccata d’aria, so che i giorni di clausura possono essere duri, so che leggendo dei prossimi provvedimenti di apertura graduale la tentazione può crescere, ma uscire sarebbe l’errore peggiore.
Tra le ipotesi, infatti, c’è quella di una riapertura per zone cominciando proprio da quelle con minor contagi. In questo senso, afferma il Sindaco Peppe Cassì, Ragusa ha saputo guadagnare un piccolo vantaggio, rispondendo bene alle prescrizioni e mettendo all’angolo il virus: sprecare il nostro impegno proprio adesso non solo sarebbe incosciente ma rischierebbe di far slittare tutto. Non possiamo permettercelo: stiamo in casa, facciamo insieme un ultimo e più importante sforzo. I controlli saranno serrati.
Intanto, come sapete, siamo al lavoro per non lasciare indietro nessuno: nei giorni scorsi abbiamo attivato una rete di solidarietà anticrisi che è già operativa anche grazie alla generosità di aziende e privati ragusani che hanno contribuito con erogazioni importanti. Una solidarietà straordinaria che, in attesa degli annunciati finanziamenti nazionali e regionali, ci permette già di dare le prime risposte alle tantissime richieste che arrivano. Per questo motivo il servizio telefonico dedicato è in fase di ulteriore potenziamento”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

19 − tredici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.