Una Renault 4 sospetta sbarca in Sicilia

3
5336

CATANIA – C’è una Renault 4 traballante, con la targa di camion Iveco 50 C, partita dall’Olanda, che è riuscita ad attraversare tutte le zone “rosse” italiane ed europee, a traghettare e arrivare in Sicilia fino ad Acitrezza. I social l’hanno seguita con video e foto dal 18 marzo, LiveSicilia, attraverso la visura nel pubblico registro immobiliare, ha ricostruito tutti i retroscena.

GLI AVVISTAMENTI – Sul tetto, legati alla meno peggio, ci sono bagagli di ogni tipo, dagli utensili domestici al necessario per dormire. Al suo interno ci sono una coppia con un cagnolino, un camionista li avvista e li filma, per la prima volta, il 18 marzo sulla Salerno Reggio Calabria. L’auto immortalata nel video è ferma col cofano aperto a causa di problemi al motore. C’è un buco nei video pubblicati su facebook, ma il 22 marzo, domenica, viene condiviso un nuovo video da un altro camionista, “a Villa San Giovanni”, in prossimità degli sbarchi. Alle 22.30 dello stesso giorno, viene fotografata a bordo del traghetto che finisce nel mirino del presidente della Regione Nello Musumeci: “Ci sono rientri non autorizzati – dice Musumeci – in corso sullo Stretto di Messina, ho chiesto urgentemente al Prefetto di intervenire”.

LA VISURA – Visionando numerose foto, abbiamo ricostruito il numero della targa che è stata fissata sulla parte posteriore della vettura. Stranamente, però, la targa non è rettangolare come in qualunque utilitaria: è quadrata. Dalla visura nel registro immobiliare tra Olanda e Italia emerge che la targa è stata rilasciata per un “autocarro privato per il trasporto di cose con il cassone a sponde”. Esattamente si tratta di un Iveco 50 C 2.800 a gasolio, del peso complessivo di tre tonnellate e mezzo. La targa, spiega la visura, è stata trasferita in Olanda insieme alla residenza del proprietario, originario della provincia di Caltanissetta, nel 2015. Il nisseno ha acquistato il camion nel 2011. Della Renault 4, invece, sul Pra non c’è traccia.

FONTE.

Antonio Condoreli per Live Sicilia

3 Commenti

  1. Stai a vedere che i camionisti sono più attivi delle Forze dell’Ordine . .
    Ma dove sono TUTTI coloro che dovrebbero vigilare e controllare ? ?

  2. L’Italia è una nazione fantastica. Non è possibile leggere notizie come questa, una macchina scende indisturbata fino alla provincia catanese durante un periodo di quarantena e di controlli a tutto campo. Non esiste nessuno stato al mondo in cui si possono vedere cose del genere, e poi tutti allegri e felici, non rispettando regole, goderecci e allegri, danze, canzonette e balli ma nessuna serietà. Ma poi attenti ad accusare e giudicare gli altri stati, credo si tratti di complesso di inferiorità collettivo. Non parliamo di Conte perchè terrorista si infiamma, lui come Travaglio lo difende fino alla morte (la morte dell’Italia) purtroppo.

  3. @ ‘zulu :
    Lei fa presto a puntare il dito . . . arriva a conclusione a dir poco affrettata .
    L’Italia è ridotta cosi per motivi troppo lontani è complessi da racchiudere in poche riga .
    Le posso dire che la risposta gliela darà il “tempo galantuomo” . . aspetti e vedrà .
    Io , come tanti cittadini normali posso solo farle presente , che i siciliani ( i meridionali in genere ) con l’avvento dell’unità s’Italia sono stati “declassati” a sudditi . (Volontà massoniche …) .
    Ora mi parli degli sciacalli e delle loro becere manovre degli ultime 7 mesi .

    N.B. Lei gode nel vedere gli italiani ridotti in trincea , e nell’incolpare Conte di tutto ?
    Certo tutto è lecito pur di arrivare ad incolpare alcuno . magari girando frittate” (Mattei docet ) .

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

5 + 19 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.