Staglianò invita alla preghiera contro il dilagare del coronavirus

4
1783

Mons. Antonio Staglianò invita i fedeli alla preghiera contro il dilagare del Coronavirus

Con il Mercoledì delle Ceneri ha inizio il tempo forte della Quaresima, un tempo di cammino, di conversione, di preghiera e di riflessione in vista della Pasqua. In Italia questo tempo liturgico inizia con momenti di apprensione a causa dell’epidemia del coronavirus.

Il Vescovo di Noto, Mons. Antonio Staglianò, questa mattina ha reso noto un breve messaggio per l’inizio della quaresima. Il testo indirizzato a tutta la comunità diocesana è un’attenta riflessione sulla preghiera e su come leggere in chiave cristiana il tempi di apprensione che si vivono a causa del coronavirus. I fedeli sono esortati a vivere questi momenti con speranza e fede matura, e leggere gli avvenimenti alla luce del Vangelo.
Il presule nel suo messaggio invita a seguire “ogni buona indicazione di comportamento che sia rispettoso degli altri, per evitare il rischio del contagio”, richiamandosi alla nota inviata ieri dai Vescovi Siciliani sulle norme precauzionali da attuare.

Il vescovo della Diocesi di Noto, Mons. Antonio Staglianò raccomanda di pregare intesamente, non con superficialità, ma seguendo “l’insegnamento di Gesù”. Invita la comunità diocesana a non fare “letture apocalittiche” dell’epidemia, queste infatti mirano solo a creare paura tra la gente. Il Vescovo sottolinea che “intensificare le preghiere significa anche conoscere meglio il volto di Dio a cui si rivolgono le preghiere, per evitare di pregare inutilmente. Sono infatti inutili le preghiere rivolte a un “dio che non esiste”, tipo il dio tappabuchi, o il deus ex machina o il dio castigatore, tanto meno il dio guerriero”.

Alla fine della lettera il Vescovo invita a pregare a conclusione di ogni celebrazione con una preghiera di liberazione, che ha formulato insieme a un gruppo di sacerdoti, che è possibile trovare sul sito diocesano.

Il messaggio di mons. Staglianò oltre a spiegare il significato della preghiera, invita a non chiudere gli occhi ai fenomeni del tempo, cercando di vivere con coraggio e speranza il tempo forte della quaresima.

4 Commenti

  1. Ninos si vede che tu ad oggi non hai ancora capito. Non ti preoccupare. Capirai domani. E se domani non capirai non ti preoccupare capirai dopodomani. E se dopodomani non capirai forse non capirai mai, ma comunque non ti preoccupare.

  2. francesco “ammogghila”. Era una battuta ironica, ma forse non l’hai capita. “Mi dispiace”. Non credo che con una preghiera si possa sconfiggere il COVID-19 (coronavirus). Io ho già capito, spero che capirai anche “TU” e spero che capiranno tante altre persone.
    Ciao e buona preghiera, ammesso che serva;
    P.S.
    Mentre qualcuno PREGA, altri rischiano e mi riferisco al personale medico che LAVORA, per evitare che questo virus si diffonda
    Con questo chiudo definitivamente, buona serata.

  3. Non linciatevi tra di voi, comunque in questi giorni si stanno registrando un sacco di guarigioni, questo vuol dire che le preghiere di Mons. Staglianò miracolosamente stanno facendo effetto.
    Ragazzi,…..di sicuro lo faranno santo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

18 − 14 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.