Cgil Ragusa. Personale Agenzia delle Entrate. Troppe criticità

Il segretario generale della FP CGIL di Ragusa, Nunzio Fernandez e il responsabile delle Agenzie fiscali del sindacato, hanno redatto questa nota in riferimento alla critica situazione che si sta registrando nel comparto a Ragusa. La vertenza è ricca di rivendicazioni aperte da troppo tempo.
Questo il testo della nota:
“In provincia di Ragusa prima che la protesta si estendesse in tutta Italia anche per altre rivendicazioni, è stato proclamato il 14 di ottobre del 2019 lo stato di agitazione dei lavoratori dell’Agenzia delle Entrate con assemblee e sit-in davanti agli Uffici di Modica, Ragusa e Vittoria. Con l’entrata in campo delle segreterie nazionali è stato proclamato il Fisco Day per lo scorso 23 gennaio con assemblee in tutti gli Uffici d’Italia dalle ore 10.00 alle ore 12.00 per bloccare la macchina fiscale.
La risposta dei lavoratori delle Agenzie delle Entrate delle Dogane e del Demanio non si è fatta attendere con una ”massiccia e sentita partecipazione in occasione del Fisco-day”, il blocco per due ore degli uffici che si è tenuto il 23 gennaio con assemblee in tutti i luoghi di lavoro, per rivendicare interventi su occupazione, salario e organizzazione, ”il tempo ora è scaduto, tocca alla politica risolvere i problemi”.
Le Organizzazioni sindacali di categoria Fp Cgil, Cisl Fp, Uilpa, Confsal Unsa e Flp, ricordano che la protesta prosegue con una manifestazione nazionale in programma il 6 febbraio a Roma davanti al Mef, insieme ad altre nelle maggiori città.
I responsabili della FP-CGIL di Ragusa rappresentano che le lavoratrici e i lavoratori dell’Agenzia delle Entrate, dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli hanno voluto fare sentire con forza la loro voce per arrivare ad una soluzione unitaria positiva delle rivendicazioni che attendono risposte da troppo tempo. In tutti gli uffici sono state evidenziate le criticità e ribadite le richieste in merito alla copertura delle forti carenze di personale, alla sollecitazione sul salario accessorio 2018 e 2019, sul superamento dei tetti di spesa per il personale, sugli investimenti economico-finanziari necessari ad implementare un moderno modello organizzativo. Nell’attuale situazione sarà impossibile contrastare l’evasione fiscale e garantire equità e servizi adeguati ai cittadini ed alle imprese.
Tra le questioni affrontate nella assemblee, “i lavoratori hanno contribuito al dibattito anche sulle questioni riguardanti il rinnovo del Ccnl, un moderno ordinamento professionale, gli intollerabili carichi di lavoro, la distorta applicazione dell’accordo sul telelavoro ed in generale sulle complessive condizioni di lavoro. Riteniamo, ancora una volta, di aver colto nel segno.
Basta precarietà, basta ritardi, basta con l’inesistente attenzione della politica sulle drammatiche criticità riguardanti la macchina fiscale e le problematiche dei lavoratori in servizio. Il tempo è scaduto. Queste manifestazioni sono solo un primo ‘assaggio’, al termine delle tante assemblee tenutesi anche nei giorni scorsi, cui seguirà la grande Manifestazione indetta per il prossimo 6 febbraio a Roma.
Ora ‘tocca’ alla politica battere un colpo” e dare risposte concrete prima tra tutte la nomina del Direttore Centrale dell’Agenzia delle Entrate e del Comitato di gestione. Un’attenzione particolare merita la nostra provincia per la drammaticità della situazione che potrebbe portare alla chiusura di qualche ufficio per carenza di personale. Basta ricordare che all’Ufficio Territoriale di Vittoria sono rimaste solo dodici persone ed entro l’anno altre due andranno in pensione.
Se la legalità, l’erogazione dei servizi ai cittadini e la lotta all’evasione vuole essere la punta di diamante di questo governo allora serve subito una mobilità straordinaria verso gli uffici più carenti e non solo nel nord dove dal primo di marzo inizieranno il loro percorso verso l’assunzione 510 tirocinanti che sono solo un primo passo una goccia nel mare a cui dovranno seguire assunzioni anche per le regioni del sud.”

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI