L’Integrale delle Sonate per pianoforte di Mozart, comincia il ciclo modicano

0
359

È in programma per il 10 novembre il primo appuntamento con l’Integrale delle Sonate per pianoforte “L’attesa” di Mozart, che avvia alla conclusione la stagione 2019 dell’Associazione Mozart Italia sede di Modica, ma allo stesso tempo ne proietta già l’attività sulla prossima.
Si comincia con l’esecuzione dei primi quattro numeri d’opera – la Sonata n. 1 K 279, la Sonata n. 2 K 280, la Sonata n. 4 K 282, la Sonata n. 10 K 330 -, affidata al pianista Dario Candela, dal critico musicale e scrittore Sandro Cappelletto, che ne illustrerà le scelte ed il significato.

Le sonate per pianoforte solo di Mozart non sono mai divenute popolari nella loro totalità, anche perché considerate generalmente di livello inferiore rispetto ai Concerti. Ma sono opere che meritano una rivalutazione in nome delle peculiarità assolutamente uniche che le caratterizzano, a maggior ragione oggi che il pubblico – forse a differenza del tempo della composizione – è pronto ad accoglierle nella loro totalità.
Anche per mettere in luce questo aspetto l’esecuzione delle sonate sarà in qualche momento contrapputata dal racconto, in un dialogo a due voci tra la musica e il punto di vista dei due ospiti di Ami.

Quello di domenica prossima sarà un intero pomeriggio dedicato a Mozart, che comincerà col concerto alle 18 a Palazzo della Cultura e poi proseguirà con un Aperitivo letterario e musicale all’Oro hotel, durante il quale Sandro Cappelletto parlerà dei suoi libri dedicati dedicati ai Quartetti per Archi di Mozart, in particolare alla Notte delle Dissonanze – quest’opera che quando fu composta spostò molto in avanti i confini delle composizioni cameristiche – con l’esecuzione dal vivo del Quartetto Kreutzer.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

otto − 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.