Vicenda Feltri-Camilleri. Il modicano Borrometi si autosospende dall’Ordine dei Giornalisti

12
8494

Il modicano Paolo Borrometi si autosospende insieme col collega Sandro Ruotolo dall’Ordine dei Giornalisti. Entrambi lo hanno fatto con una lettera al presidente Carlo Verna. “Caro Presidente – si legge – abbiamo deciso di autosospenderci dall’Ordine Nazionale dei Giornalisti perché ci consideriamo incompatibili con l’iscrizione all’albo professionale di Vittorio Feltri. Proprio noi che, più di altri, ci battiamo per la difesa dell’articolo 21 della Costituzione, riteniamo gli scritti e il pensiero del direttore Feltri veri e propri crimini contro la dignità del giornalista”. Come si sa Feltri nei giorni scorsi aveva pesantemente attaccato lo scrittore siciliano Andrea Camilleri, dopoche era uscita là notizie delle gravi condizioni di salute del padre della fiction televisiva, “Il commissario Montalbano”. “Le parole di Vittorio Feltri su Andrea Camilleri e le sue opere – aggiungono – hanno rappresentato per noi la goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ne va della credibilità di ognuno di noi e della nostra categoria. Adesso basta. O noi o lui. Quel “terrone che ci ha rotto i coglioni” per noi figli del Sud è inaccettabile. Non è in gioco la libertà di pensiero. Sono in gioco i valori della nostra Costituzione. Ogni suo scritto trasuda di razzismo, omofobia, xenofobia”.

“Dopo la miseria portano le malattie” (rivolto ovviamente ai migranti), l’ormai tristemente celebre “Bastardi islamici” – ricordano ancora nella lettera – o, uscendo dal seminato delle migrazioni, robaccia come “Più patate, meno mimose” in occasione dell’8 marzo (e le diverse varianti dedicate anche a Virginia Raggi, con il “patata bollente”) o “Renzi e Boschi non scopano”. Poi gli insulti a noi del sud con il celebre “Comandano i terroni” e infine il penultimo, di qualche mese fa, “vieni avanti Gretina” (dedicato alla visita a Roma di Greta Thunberg)”.

12 Commenti

  1. La stessa cosa detta da Crozza fa ridere, detta da un Direttore di Giornale fa piangere.

  2. Potrei pensare che Feltri faccia tutto ciò perché vuole farsi pubblicità, invece no è propio Zonnu ri mari e senza barcone aggiungerei.

  3. Caro Paolo, non intendo entrare merito della tua decisione di sospensione dalla iscrizione all’albo professionale. Anch’io sono orgogliosamente in terrone. Alla fin fine i.terroni sono l”altra faccia italiota dei polentoni
    Vedi, la tua iniziativa fa risaltare e rilanciare
    polemicamente proprio il pensiero di Vittorio Feltri
    Ma soprattutto non approfittare di questa polemica per ribadire Termini e contenuti, a mio parere erronei, per definire la questioneo
    Razzismo,. omofobia, xenofobia:i contenuti reali e non propagandistici di tali concetti non solo non sono inappropriati, ma creerebbero solo una inutile e strumentale speculazione, che tanto vorrebbe il nostro. Saliti
    Carmelo Scarso

  4. Scusa alcuni strafalcioni. Fra tutti leggasi “sono inappropriati” con eliminazione del “non”. Carmelo Scarso

  5. Forse come tutti polentoni e ubriaco gia dalla mattinA..se non credete a cio venite a verona alle sette di mattina tutti uomini e donne con bicchiere di vino invece che caffè o Cappuccini….lui oltre che ubriaco anche razzista come tutti i polentoni verso i terroni..alla faccia di chi si crede del Nord perché vota altro scimmione polentonelissimo di cui mi fa chifi pronunciare il cognome

  6. Dopo questa “Autosospensione”, che rispetto ma non condivido, i due giornalisti potranno continuare le loro giuste battaglie attraverso i servizi giornalistici?E’ come se una squadra arbitrale abbandonasse una partita di calcio…spero non sia un Autogol.

  7. Fate bene..che aspettavano a estradiarlo o a sospenderlo?? Alle insegnanti, quale anch’io sono, tolgono la libertà di espressione ed a lui che sa solo provocare e offendere gliela fanno passare liscia. Appoggio in toto la vostra decisione, tanto di cappello!

  8. Caro Paolo, scusa se mi permetto di chiamarti così anche se non ti conosco, torna sui tuoi passi e continua a fare quello che hai sempre fatto. Ne abbiamo bisogno e serve a noi pecore a prendere coraggio e coscienza.

  9. Vittorio Feltri, solo un vecchio oramai troppo rincoglionito che apre bocca che non si accorge di essere scollegato da un cervello oramai logorato e mal funzionante.
    Paolo siamo con te.

  10. I giornalisti tendono tutti alla pubblicità…
    Feltri potrà esprimersi come meglio creda.
    Ancora vige l’articolo 21 della costituzione grazie al quale anche camilleri abbia potuto proferire vomito a salvini

  11. Avere sensi di vomito, quanto meno di un volta stomaco, nei riguardi del soggetto della lega (quella che s’è fottuto 49 milioni di euro ed ha dimenticato di eliminare le accise sui carburanti e …) rientra nelle normali e comuni attività di un normale e comune corpo umano, pertanto il buon Camilleri ha svolto le sue funzioni vitali. L’articolo 21 e quindi la Costituzione Italiana, dovrebbe essere rispettata in toto e non a piacimento.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

diciassette − quattordici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.