Troppe le criticità esistenti, Scuderi lancia la proposta al comune di Vittoria per la stesura di un piano straordinario per le periferie

0
344

Strade al buio, pavimentazione dissestata, carenza di reti idriche e fognarie, assenza di marciapiedi, spazzatura abbandonata lungo le vie secondarie. Sono solo alcune delle criticità che continuano ad essere segnalate dai residenti e per i quali si rende necessaria l’adozione di un Piano straordinario per le periferie. E’ la proposta lanciata dall’ex consigliere comunale Giuseppe Scuderi alla commissione prefettizia che gestisce l’ente di palazzo Iacono a Vittoria. “So benissimo – sottolinea Scuderi – che la commissione non potrebbe assumersi, per ovvie ragioni, un impegno a lunga scadenza, strada che spetterà alla politica, quando ci saranno le condizioni, percorrere. Ma siccome l’emergenza è da fronteggiare ora e non è più differibile, ritengo che il piano straordinario in questione potrebbe avere un senso con l’adozione di misure urgenti e speciali tendenti a sanare le problematiche più impellenti. Le zone periferiche di Vittoria, per la loro vastità, sono complicate da monitorare, nel senso che la presenza di difficoltà di vario genere mette in luce tutta una serie di questioni che possono risultare poco gestibili. Eppure, il Comune ha il dovere di provarci. Soprattutto la situazione viabilità, anche alla luce dei continui tragici episodi che si verificano, merita una considerazione particolare, che non può più passare sotto silenzio. Sarebbe bene, ad esempio, che la commissione prefettizia istituisse un tavolo di confronto con i rappresentanti delle forze sociali, delle associazioni di categoria, insomma con tutte le forze vive della società civile per tracciare un elenco delle priorità. Soltanto così sarà possibile sperare in una inversione di tendenza che, al momento, sembra difficile da prevedere. Eppure, se la commissione prefettizia lo riterrà opportuno, impegnandosi in questa direzione, attraverso il confronto si potrebbe redigere un piano che, in aderenza alle disponibilità economiche dell’ente locale territoriale, potrebbe garantire la soluzione di tutta una serie di emergenze su cui non si può soprassedere come se nulla fosse”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

5 × tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.