Calcio, Eccellenza. Vola il Santa Croce dopo la vittoria sulla San Pio X

0
458

Era la partita più delicata della stagione per il Santa Croce e la vittoria la fotofinish, ha confermato le difficoltà dei biancazzurri contro una caparbia San Pio X. Alla fine dei novanta minuti è il Santa Croce a gioire insieme ai suoi sostenitori che hanno riservato cori e ovazioni al bomber “Re” Leone per la doppietta messa a segno, in particolare per la rete della vittoria che è stata un vero capolavoro di arte balistica. A dire il vero c’è un altro eroe di giornata che merita eguale importanza ed è il portiere Peppe Cavone che con le sue strepitose parate ha salvato per ben due volte il risultato sul punteggio di 1-1 sui tiri ravvicinati di Ranno e D’Emanuele. Il Santa Croce con i tre punti vola in classifica e raggiunge il Camaro (prossimo avversario dopo la sosta fra quindici giorni), ma, soprattutto accorcia la strada che porta verso la salvezza. Di seguito l’analisi della gara da parte di mister Gaetano Lucenti. “La partita è andata così come la immaginavo, – dice Gaetano Lucenti (nella foto) – Abbiamo affrontato una squadra molto organizzata, ben messa in campo e che giocava sulle ripartenze chiudendoci tutti gli spazi. La San Pio X ha fatto una buona gara sotto l’aspetto della determinazione e ha cercato di vincere la partita fino alla fine e per questo motivo gli faccio i complimenti. Dal canto nostro abbiamo fatto un passo indietro sotto l’aspetto caratteriale, soprattutto, nel primo tempo e abbiamo peccato anche sulle giocate e sull’impostazione degli schemi. Non abbiamo capito che tipo di gara si stava concretizzando e sono stato costretto a cambiare i miei uomini in campo e le varie posizioni, cercando di dare una scossa alla squadra che, comunque, nel primo tempo non è arrivata. Nell’intervallo, dentro gli spogliatoi ci siamo guardati in faccia e i ragazzi hanno capito che se volevano ribaltare il risultato, dovevano fare quello che sanno fare bene. La squadra ce la messa tutta, seppur non giocando un buon calcio, però quando si vincono queste partite a risaltare è, soprattutto l’aspetto caratteriale e la mia squadra ha dimostrato tanto carattere. Non è stato semplice e siamo rimasti a galla anche grazie alle buone parate di Cavone sull’ 1-1 e poi Leone ha fatto quell’eurogol che è stato liberatorio per noi. Diciamo che oggi abbiamo incontrato una squadra che con ordine ci ha messi in difficoltà e noi non eravamo in giornata, ma questo ci può stare nell’arco di una stagione. Noi venivamo da tre risultati utili consecutivi che ci spronavano a mettere in campo fame, determinazione e voglia di vincere, ma, stavamo vanificando tutto quello che di buono avevamo fatto nelle gare precedenti. L’importante è che tutto sia andato bene e che con i tre punti abbiamo raggiunto quota 31 punti che ci permettono di stare tranquilli. Sappiamo che la nostra strada verso la salvezza si sta accorciando e dobbiamo prendere questa gara come monito per il futuro, sapendo che non possiamo mai abbassare l’attenzione, la voglia, la determinazione e la qualità delle giocate. Ora ci attende una settimana di sosta, faremo respirare i ragazzi, li terremo più sereni, per poi ripartire la settimana successiva per preparare al meglio la gara interna contro il Camaro al fine di concretizzare un nuovo risultato utile”.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

14 + 9 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.