Santa Croce Camerina. Identificati tre stranieri irregolari, uno tenta la fuga ma viene arrestato

0
443

La Compagnia di Ragusa continua i servizi coordinati di controllo del territorio che nel fine settimana sono stati concentrati sulla fascia costiera tra Marina di Ragusa e S. Croce Camerina. Ed è proprio durante l’attività di controllo di alcuni stranieri in Piazza Vittorio Veneto a S. Croce Camerina che i militari della locale Stazione Carabinieri congiuntamente ad una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile del NOR di Ragusa hanno fermato tre stranieri di nazionalità tunisina irregolari sul territorio nazionale. Pertanto, al fine di procedere all’identificazione completa degli stessi, i militari li hanno invitati a seguirli per accompagnarli a Ragusa presso la sede della Compagnia.
L’attività sembrava stesse filando liscia finchè uno dei tre, prima di salire nell’autoradio, al fine di darsi alla fuga ha spinto e colpito ripetutamente i militari operanti che sono riusciti comunque a bloccarlo ed a farlo salire a bordo del veicolo.
Durante lo scontro fisico uno dei militari è caduto ed ha riportato contusioni guaribili in 5 gg. Il tunisino, 39enne, privo di documenti e senza fissa dimora è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e lesioni ed associato alla Casa Circondariale di Ragusa su disposizione del magistrato di turno.
Agli altri due stranieri è stato invece notificato un decreto di espulsione dal territorio nazionale, uno è stato accompagnato presso il CPR di Pian del Lago, l’altro è stato invitato a lasciare il territorio nazionale entro 7 giorni.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

tre × due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.