Il Circolo di Fratelli d’Italia di Modica vuole fare la propria parte sulla questione del Tribunale

0
575

Il Circolo di Fratelli d’Italia di Modica, sulla questione del Tribunale, ritiene di dovere fare la propria parte coinvolgendo i quadri regionali del partito affinché della vicenda se ne possano occupare i parlamentari nazionali espressione del partito.
La chiusura del Tribunale di Modica potrebbe diventare il caso emblematico degli effetti negativi della revisione della spesa avviata più di cinque anni fa.
“Effetti negativi sotto due profili – dice Emanuele Cavallo, Portavoce Fratelli d’Italia Modica -. Per primo sull’efficienza, l’efficacia e la qualità dei servizi oggetto dei tagli, specialmente quando si tratta di servizi molto importanti come l’amministrazione della giustizia. Per efficacia, efficienza e qualità ci si riferisce anche alla fruibilità delle strutture che ospitano i Tribunali che, come quello di Ragusa, hanno accorpato quelli chiusi. Secondo, potrebbe portare con il tempo al paradossale aumento della spesa. Si, proprio così, perché appare realisticamente impossibile che la struttura dove è ubicato il Tribunale di Ragusa, che come è noto ha accorpato quello di Modica e il distaccamento di Vittoria, possa essere utilizzato ancora per diverso tempo. Per cui, sarà necessario individuarne un’altra o progettarne una nuova e questo non potrà che avvenire con la previsione di ingenti investimenti in netto contrasto con quanto previsto dalla ratio della norma che ha decretato la chiusura dei Tribunaliminori tra cui quello di Modica, ubicato in una modernissima struttura costata diversi miliardi di lire.
Pensiamo che sia arrivato il momento di verificare, visto che la rivisitazione della geografia giudiziaria è un punto programmatico di questo governo, se non sia il caso di ridestinare il Palazzo di Giustizia di Modica alla funzione per cui è stato progettato e costruito. Ma ci riferiamo anche alle strutture dei distaccamenti dismessi come nel caso di Vittoria, altra città importante della nostra Provincia. Trovare in definitiva una soluzione che decongestioni il Tribunale di Ragusa e renda gli ambienti in cui si amministra la giustizia più confortevoli per i magistrati, per gli avvocati, per i professionisti e per i cittadini che quotidianamente usufruiscono dei servizi”.
Fratelli d’Italia sarà presente venerdì a Catania all’Assemblea nazionale dei comitati pro-tribunali chiusi, dove su impegno del Coordinatore Regionale Manlio Messina, sarà presente il Senatore di Fratelli d Italia Raffaele Stancanelli, Vice Presidente alla Commissione Giustizia.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

3 × 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.