Trofeo del Mare a Pozzallo, ecco i sei premiati

0
2168

Storie da raccontare, da rivivere. Storie con cui emozionarsi, sorridere e piangere. Sono quelle che solo il “Grande fratello blu” riesce a creare in un turbinio di sensazioni, incontri, confronti, partenze e arrivi. Storie che saranno protagoniste della 18esima edizione del Trofeo del mare, il premio internazionale che sarà consegnato sabato 28 luglio a Pozzallo, in piazza Municipio.
Storie che procedono verso l’indirizzo di “Una rotta lungo un sogno” come recita il claim di quest’anno. Uomini, donne ma soprattutto vicende realmente vissute in primo piano. Storie che saranno raccontate dai sei premiati di quest’anno che, dopo un’attenta selezione dei componenti del comitato scientifico presieduto dall’archeologo Sebastiano Tusa, oggi anche assessore regionale ai Beni culturali della Sicilia, si presenteranno al pubblico con la forza del loro vissuto, un passato che conferisce a ciascuno di loro uno straordinario spessore umano e professionale, essendosi distinti per il loro impegno e la loro dedizione nel contesto marinaro e marittimo.
E proprio Tusa ha diffuso i nomi e le schede dei premiati. Sono: Alessandro Di Benedetto, navigatore oceanico, romano ma nato da papà siciliano, a bordo di un minuscolo 6 metri e mezzo ha compiuto il giro del mondo in solitario senza scalo; Mariella Amoretti, armatrice, esponente di spicco della proprietà di Amoretti Armatori Group, un’azienda che si occupa di trasporto nazionale e internazionale di una vasta gamma di prodotti petroliferi e chimici mediante l’impiego di navi moderne e altamente specializzate; Flegra Bentivegna, biologa marina, curatrice dell’acquario della stazione zoologica Anton Dohrn e ideatrice del Turtle Point di Bagnoli, in Campania, primo centro in Italia per la riabilitazione delle tartarughe marine; l’associazione “Amici della Soprintendenza del mare” che, grazie alla concessione della Soprintendenza del mare, in uno spazio all’interno dell’Arsenale della Marina regia di Palermo, ha creato il museo della Subacquea, un luogo deputato a raccontare la memoria storica di questa realtà; il sergente maggiore Marco Feoli, appartenente alla 46esima Brigata aerea di Pisa che, nell’estate del 2016, a Tirrenia, ha compiuto un salvataggio nei confronti di quattro persone che rischiavano di annegare nel mare agitato; il primo maresciallo Np della Guardia costiera, Antonio Giuliano, facente parte dell’equipaggio imbarcato sulla motovedetta Cp 322, dislocata a Samos, l’isola greca a solo un miglio dalla costa turca, per recuperare i rifugiati in mare sapendo che la stessa isola è utilizzata dai profughi siriani per raggiungere le coste europee.
Numerosi, dunque, gli spunti di interesse. Si annuncia un appuntamento di grande prestigio, come spiegano il sindaco di Pozzallo, Roberto Ammatuna, e Luigi Tussellino, consigliere nazionale Lega navale italiana, sostenitori del premio, capace di catturare interesse a trecentosessanta gradi. A sostenere il premio, oltre a Comune di Pozzallo e Lega Navale Italiana, anche la Regione Siciliana, la Soprintendenza del Mare, la Camera di Commercio del Sud Est, la Confcommercio di Ragusa, oltre ad altri numerosi sponsor. Ulteriori informazioni e prenotazioni gratuite per la serata del 28 luglio sul sito www.trofeodelmare.it.

La redazione di Radio R.T.M. non è responsabile di quanto espresso nei commenti. Il lettore che decide di commentare una notizia si assume la totale responsabilità di quanto scritto. In caso di controversie Radio R.T.M. comunicherà all'autorità giudiziaria che ne facesse richiesta, tutti i parametri di rete degli autori dei commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome