Una medaglia d’oro e due d’argento per la Basaki di Ragusa impegnata nelle gare di Coppa Sicilia a Scicli

Anche la scuola Basaki di Ragusa ha partecipato domenica scorsa, al palazzo dello sport di Scicli, situato al villaggio Jungi, alla Coppa Sicilia di judo per le categorie Esordienti A ed Esordienti B. La squadra agonistica allenata dal maestro Salvo Baglieri era presente sul tatami con: Francesco Antoci Antoci, 36 kg, Luca Licitra, 36 kg, Giorgio Cappello, 50 kg, per quanto riguarda gli Esordienti A; Danilo Articolo, 55 kg, e Savita Russo, 48 kg, per la categoria Esordienti B. Tutta la squadra si è espressa su ottimi livelli. Cappello ha ottenuto la medaglia d’oro, argento per Articolo e Russo mentre Licitra si è dovuto accontentare del quinto posto. Buona performance anche per Antoci Antoci sebbene si è classificato più lontano dal podio rispetto agli altri ragazzi in gara. “Ma poco importa – sottolinea il maestro Baglieri – perché quello che, in questa fase, ci interessa di più è coltivare la voglia, la grinta e le basi per potere costruire delle risposte agonistiche nella maniera migliore. Visto che i nostri sono pronti, faremo in modo che possano rendersi protagonisti già in occasione della prossima gara, in programma domenica a Terni. Questa è la mission della scuola Basaki, una scuola sempre in crescita e in cerca di confronti, perché è solo così che si può crescere nella vita e il judo è da noi considerato il mezzo primario per imparare a vivere in armonia con l’universo”. Per ulteriori informazioni www.basaki.it

  • Condividi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

Articoli correlati

guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
Riproduci video
UTENTI IN LINEA
Torna su
RTM INFORMA - LE REGOLE PER LA PREVENZIONE
RISPOSTE ALLE DOMANDE COMUNI