Elezioni, exploit M5S, Pd crolla e la Lega supera FI. Timore di ingovernabilità dopo la tornata elettorale

0
982

Il Movimento 5 Stelle è il primo partito in Italia mentre la coalizione vincente è quella del centrodestra. Crolla il Partito Democratico mentre la Lega supera Forza Italia. Sono questi in sintesi i risultati delle “Politiche” che, come previsto, aprono ai timori sulla governabilità del Paese.
I grillini sbancano al Sud mentre il centrodestra primeggia in tutto il centronord. Renzi e il suo Pd ha un’impennata d’orgoglio nella sua Toscana e nel Trentino di Maria Elena Boschi.

L’Italia si troverà, dunque, a fare i conti con un deciso exploit del Movimento 5 Stelle e con una netta rimonta del centrodestra che supera ampiamente la coalizione di centrosinistra. E’ una vittoria molto ampia per entrambi. Luigi Di Maio porta il Movimento, che nel 2013 aveva raccolto il 25,6% dei consensi, fin dove si era prefisso e anche oltre.

In Sicilia affluenza più bassa d’Italia: alla Pelagie non si supera il 50%
I DATI
In Sicilia affluenza più bassa d’Italia: alla Pelagie non si supera il 50%

Il suo obiettivo era raggiungere il traguardo del 30% e non solo l’ha centrato ma lo ha anche superato. Complesso per il leader politico pentastellato trasformare ora questo suffragio in un progetto che lo porti a Palazzo Chigi.

Anche se questa sarà la sua richiesta al Capo dello Stato: con un pacchetto di voti che supera il 31% dirà che intende guidare lui quella che sarà la futura squadra di governo.

Anche l’alleanza di centrodestra ha fatto centro. La coalizione supera ampiamente il 36% arrivando anche al 37% al Senato. E a cantare vittoria è Matteo Salvini. La sua Lega ha quadruplicato i voti dal 2013. E, soprattutto, ha superato ampiamente Silvio Berlusconi.

Elezioni, il M5s fa il pieno di voti in Sicilia: avanti in tutti i collegi
L’ANALISI
Elezioni, il M5s fa il pieno di voti in Sicilia: avanti in tutti i collegi

Anche Fratelli d’Italia cresce: pure Giorgia Meloni ha raddoppiato i suoi voti dal 2013 (quanto ottenne meno del 2%) portandosi al 4,20% sia alla Camera che al Senato. Sul filo di lana Noi con l’Italia che supera di poco l’1%.

Per il centrosinistra, invece, i presagi più neri si sono avverati compreso il pericolo di crollo del Pd sotto la soglia psicologia del 20%: al Senato il partito di Matteo Renzi è al momento al 19,86%.

Nell’alleanza l’unica che potrebbe sopravvivere sarebbe +Europa di Emma Bonino, che supera, ma di poco, il 2%. Anche per Liberi e Uguali i risultati non sono confortanti: alla Camera è al 3,55%, mentre al Senato al 3,36%, un risultato al di sotto delle aspettative.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci un commento
Inserisci il tuo nome

7 + dieci =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.