Cerca
Close this search box.

Consiglio comunale Santa Croce, Riva e Mandarà: “Decisione scientifica per escluderci dal dibattito in aula”

Tempo di lettura: 2 minuti

“Ci sarebbe piaciuto discutere nel merito delle proposte dell’Amministrazione comunale, che ieri, grazie ai consiglieri presenti, ha approvato l’istituzione dei servizi a pagamento sulla fascia costiera per la prossima stagione estiva. Ci sarebbe piaciuto, ma ancora una volta non è stato possibile perché ce l’hanno materialmente impedito”. Lo scrivono in una nota i consiglieri comunali Gaetano Riva e Piero Mandarà, di Insieme per Santa Croce. “Con una decisione “scientifica”, infatti, il Presidente del Consiglio comunale ha deciso di convocare l’aula con 24 ore di preavviso, adducendo i caratteri dell’urgenza. Lo ha fatto senza tener conto delle prerogative di tutti i consiglieri comunali, ma solo di “alcuni”. L’ammissione – dicono Riva e Mandarà – è arrivata dallo stesso sindaco, secondo cui far slittare la seduta di un giorno avrebbe comportato “l’impossibilità di altre presenze”. Ed è proprio questo il punto: ieri, in modo palese, si è deciso di distinguere fra consiglieri di “serie A” e consiglieri di “serie B”. Il presidente del civico consesso, che dovrebbe essere il garante di tutti i gruppi politici e tutelare le prerogative della minoranza, è sceso in campo nei panni del tifoso. Costringendo, peraltro, anche i colleghi della maggioranza a leggere gli atti in maniera frenetica”.
“Fino alla mattinata di giovedì, infatti, gli allegati alla proposta deliberativa, approvati in fretta e furia dalla giunta, non erano consultabili. Questo atteggiamento, che per i colleghi di Cambia Verso evidentemente è tollerabile, per noi non lo è – aggiungono Riva e Mandarà -. Calpestare i diritti di alcuni consiglieri comunali, svilendo il ruolo dell’intera istituzione, è una deriva a cui non possiamo rassegnarci. Spacciare questo “modus operandi” come l’unica soluzione possibile per giungere all’esternalizzazione dei servizi, è una bugia e un atto di vigliaccheria politica di cui questi amministratori dovranno rendere conto, prima o poi, alla città. E’ utile precisare, infine, che qualunque altro voto espresso a favore della proposta dell’Amministrazione, è frutto di un’intuizione personale e non rappresenta in alcun modo la volontà del nostro gruppo. Entreremo nel merito delle proposte approvate dopo aver approfondito con scrupolo tutti i documenti ufficiali di cui non eravamo al corrente fino a poche ore prima dell’inizio della seduta di giovedì”.

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top