Cerca
Close this search box.

Chiavola(PD Ragusa) “Esitato bilancio dalla struttura debole”

Tempo di lettura: 2 minuti

“Un bilancio dalla struttura debole caratterizzato da una triste apoteosi: la commissione al ramo convocata in ritardo e costretta a chiudere i lavori per mancanza di energia elettrica prima sotto il nubifragio di giovedì 9 e poi ripresa il lunedì successivo. Non è un caso che lo strumento, in commissione, sia stato bocciato con quattro astensioni”. Così il capogruppo del Pd al Consiglio comunale di Ragusa, Mario Chiavola, commenta le sedute che hanno portato all’approvazione dello strumento finanziario a palazzo dell’Aquila. “Purtroppo, ancora una volta, la maggioranza – continua Chiavola – non ha minimamente tenuto in considerazione la direzione migliorativa degli emendamenti predisposti dal Pd mirati a: diminuire la Tari a protezione delle fasce deboli; aiutare le famiglie alle prese con i costi degli studenti universitari; aiutare le imprese in difficoltà; sostenere l’ambiente. Bocciato anche l’emendamento per risolvere i problemi delle strade extraurbane ammalorate. Nulla di tutto ciò era stato previsto. Bocciato tutto quello che da noi è stato proposto. Sindaco assente, assessori assenti, laconica presenza dell’assessore alla Cultura mentre l’unica presenza è stata quella dell’assessore al Bilancio. Insomma, questo strumento finanziario non ha interessato né al sindaco né al vicesindaco né all’assessore ai Lavori pubblici. Quest’ultimo è andato via indispettito dopo che ha compreso che soltanto otto consiglieri lo sostenevano nella folle idea di dire no a una nobile iniziative per la frazione di San Giacomo, fondi per la pubblica illuminazione. Per fortuna, questo vergognoso diktat non è stato ascoltato. Si voleva fare passare l’idea che, pur essendo la disponibilità finanziaria con parere favorevole, si dovesse mettere un solo palo della pubblica illuminazione per rotatoria e qualche altro in qualche via non si capisce stabilito in base a quale criterio. E però la sensibilità del civico consesso è stata più forte considerato che 14 consiglieri hanno detto sì alla mia proposta di destinare a questo aspetto 80mila euro e non poche migliaia così come era stato preventivato. Otto i consiglieri che hanno detto no e a cui i residenti di San Giacomo chiederanno conto e ragione per questo atteggiamento senza senso nei confronti della frazione”. Chiavola, poi, si rammarica per il fatto che sono stati bocciati anche gli emendamenti della consigliera comunale di Territorio, Raimonda Salamone, aventi per oggetto uno la creazione di un’area di sgambettamento per cani in centro storico, l’altro la definizione delle agevolazioni per nuovi residenti in immobili ristrutturati in centro storico. “Due proposte validissime – sottolinea l’esponente Pd – che però il Consiglio ha ritenuto di non fare passare per mera contrapposizione politica. Così come, per le stesse ragioni, sono stati bocciati gli emendamenti presentati dai consiglieri Rivillito e Mezzasalma che interagivano sul fronte sociale e che si ponevano come obiettivo, tra l’altro, la concessione di maggiori aiuti per l’assistenza domiciliare integrata e per l’assistenza domiciliare agli anziani”.

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top