Cerca
Close this search box.

Santa Croce Camerina. Nuove sinergie per la fascia trasformata

Incontro con i promotori del progetto Tft
Tempo di lettura: 2 minuti

Costruire rete per connettere e rigenerare il territorio. Il progetto Trasformare la Fascia Trasformata conferma il proprio impegno per creare sinergie sul territorio sui temi dell’abitare, della mobilità, della promozione di un lavoro che rispetti i diritti dei lavoratori e delle lavoratrici, della sensibilizzazione per stimolare nuove prassi in tema di riqualificazione ambientale. È per questo che proseguono gli incontri con le amministrazioni locali, per confrontarsi e pensare a strategie comuni a sostegno di chi vive nelle zone agricole della fascia costiera, al fine di contribuire a trasformare le modalità di produzione e gli stili di vita attualmente presenti. Ieri il referente del progetto, Vincenzo La Monica, insieme a Michele Mililli e Irene Cafiso, hanno incontrato il sindaco di Santa Croce Camerina, Peppe Dimartino, l’assessore ai Servizi sociali, Caterina Gambino, e Nedline Ben Ahmed, consulente per le politiche migratorie, integrazione e mediazione culturale.

“Abbiamo presentato, agli amministratori del Comune di Santa Croce – spiega La Monica – il cammino già percorso con altre amministrazioni della Fascia Trasformata, come Vittoria, sui temi sui quali ci impegniamo, ogni giorno, con il progetto TFT. Abbiamo riscontrato grande disponibilità a discutere insieme, a confrontarci, per comprendere quale possa essere il contributo anche da parte dell’amministrazione comunale”. Uno dei temi che emerge spesso è quello dell’accesso ad abitazioni più dignitose da prendere in affitto. Anche in questo incontro è emersa la grande difficoltà a trovare case da affittare per i nuclei familiari che vorrebbero lasciare le proprie abitazioni spesso a ridosso delle serre e in condizioni davvero inaccettabili. “C’è una volontà di intraprendere un percorso comune – aggiunge La Monica – con l’amministrazione di Santa Croce, con l’obiettivo di provare a dare risposte concrete ai vari bisogni che ogni giorno intercettiamo sul territorio”.

“Per la vocazione del nostro territorio e per la popolazione, sia italiana che straniera, da cui è formato – afferma il sindaco Dimartino –, come amministrazione accogliamo positivamente questo tipo di progetti. In particolare, il problema delle abitazioni rurali, troppo spesso al limite della vivibilità, è qualcosa di tangibile e il nostro impegno non può che essere quello di cercare di agevolare nella ricerca degli affitti e nelle contrattuali di questi ultimi, quanti, volendosi allontanare dalle campagne, vogliono trovare una sistemazione più decorosa”.

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top