Cerca
Close this search box.

B. La Virtus Ragusa si impone contro la Basket Palermo Green

Tempo di lettura: 2 minuti

Virtus Ragusa : Gaetano 21, Zanetti 2, Chessari 6, Cassar 21, Simon 5, Sorrentino 13, Epifani 8, Ianelli 8, Calvi 8, Valenti 11, Festinese n.e.

I primi due punti senza pensarci troppo sono di capitan Sorrentino, seguiti da due di rocca e altri 3 di ancora Sorrentino. Le due formazioni partono con la quinta marcia inserita, a 2 minuti di gioco il tabellone dice già 10-6 con 8 punti solo di Sorrentino che dopo l’infortunio ha voglia di giocare. Ianelli intercetta e ne annette altri 2 per Ragusa, e con una buona difesa, Gaetano fornisce il massimo vantaggio. Il tabellone è caldo, a 5 minuti, grazie ancora una volta a capitan Sorrentino che entra subito in doppia cifra, dice 18-9. Time out obbligatorio per coach Verderosa. I palermitani non se lo fanno spiegare due volte e impongono subito 3, ma la Virtus resta concentrata con Calvi. La partita non cambia registro, continua il botta e risposta a suon di canestri, il vantaggio è ora di 7 punti, che diventano subito 9 grazie ad un rimbalzo offensivi e canestro di Cassar. Manca poco ai 30 punti, Ragusa eccelle in attacco e in difesa, i 29 sono ancora firmati Cassar, seguito a manetta da Zanetti. I 33 li segna in chiusura Andrea Epifani. Il primo quarto termina 33-19

Il secondo quarto riapre con lo stesso botta e risposta che si è mantenuto più o meno costante, Ragusa però con Gaetano ed Epifani continua a stare un gradino più in alto. Cassar conferma la sua mano pulitissima, e mantiene Ragusa a +16, distacco importante che inizia a pesare sui ragazzi di coach Verderosa. Sorrentino inarrestabile, ne mette 3, recupera e serve su un piatto d’argento un gioco da 3 punti a Gaetano, ma il terzo punto non trova successo. Non sono le triple di Palermo a demoralizzare i ragazzi di coach Bocchino, anzi tutt’altro, il tandem Sorrentino-Gaetano costringe la formazione ospite ad un altro timeout. Il tabellone a 6 minuti dalla fine segna 46-29. Ragusa inarrestabile, un recupero porta in schiacciata, volata oserei dire, Franco Gaetano. Si segna tanto, segnano tutti, la virtus Ragusa gioca in campo come se fossero una sola persona. Cassar regala il +22 con una tripla pulitissima. Palermo non si arrende, lotta tanto al rimbalzo ma al momento del tiro, il canestro sputa la palla, Ronconi con un ottimo piede perno accorcia la distanza, ma questo potenziale recupero viene troncato da 2 punti in terzo tempo di Chessari. Voltrasio cerca di tenere accesa la fiammella della speranza con un gioco da 3 punti, e lo segue Caronna con altri 2 punti. Coach Bocchino vuole parlare con i suoi, e utilizza un time out che consente di andare in spogliatoio con un importante vantaggio di 19 punti. Il punteggio è 59-40.

Il rientro lo serve Gaetano con un parziale di 4-0, Ianelli ne mette altri 3. L’intensità è calata, ma Ragusa continua ad eccellere, un altro recupero di Ianelli e 4 punti segnati, in ordine, da Cassar e Calvi. Cassar schiaccia al ferro altri 2 punti. Ianelli continua a recuperare palloni e Calvi ne approfitta per metterne altri 2, 28 diventano le lunghezze che ormai sembrano irrecuperabili. Coach Verderosa tenta con un time out di smuovere i suoi, ma Epifani sancisce il +30 in quella che assomiglia molto ad una partita senza speranza per i Palermitani. Ragusa non molla un centimetro in campo e con loro anche il pubblico. Ianelli ne serve altri 2 a Gaetano che ottiene un meritatissimo riposo. Il terzo quarto conclude senza molto in più da raccontarci che non sapessimo, il tabellone dice 83-54 per i padroni di casa.

Simon sulla sirena tiene i suoi stabili sul +30. Entrano tutti dalla panchina Virtus, la partita è già segnata e le eccellenti percentuali ai tiri non fanno altro che confermarlo, altri 3 di Epifani. La stanchezza inizia a farsi sentire anche in casa Virtus, ma a costo di spendere il fallo, che nessuno si risparmi in difesa. Calvi regala il + 33 di breve durata, Palermo controbatte con una schiacciata. Si intravedono errori in attacco e difesa, ma dopo la partita appena giocata, come non perdonare la stanchezza. Valenti mette i primi due punti e in difesa si continua a regalare grandi soddisfazioni. Ancora Valenti segna il 5 punto dalla linea della carità e il 98 esimo punto di questa gara unidirezionale. Gaetano conquista il centesimo punto seguito da una grande stoppata. Il classe 2003 ne mette altri 2 in step back, ed è ancora lui a chiudere la partita con un gioco da 4 punti. Coach Bocchino ha chiesto aiuto ai suoi dalla panchina per concedere una pausa a chi ha giocato non solo titolare ma anche da campione, e Filippo Valenti ha risposto presente. La partita termina 107-68

 

© Riproduzione riservata
Subscribe
Notificami
guest

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

RTM per il cittadino

Hai qualcosa da segnalare? Invia una segnalazione in maniera completamente anonima alla redazione di RTM

SEGUICI
IL METEO
UTENTI IN LINEA
Scroll to Top